Il problema della cross-gen per COD Vanguard: il motivo

COD Vanguard sembra essere circondato sempre più da notizie negative. L’ultima mette sotto i riflettori il problema legato alla sua natura cross-gen

COD Vanguard
COD Vanguard, il problema è la cross-gen (screenshot YouTube)

In base a quanto recentemente divulgato in rete, sembra che vi sia un grande problema per quanto riguarda la natura cross-gen. Henderson da sempre risulta essere un grande appassionato delle serie come Call of Duty e Battlefield. Egli afferma che il prossimo COD Vanguard sia fortemente limitato dalla sua natura cross-gen. Inoltre aggiunge che anche il seguente COD di Infinity Ward viene lanciato su tutte le piattaforme di vecchia e nuova generazione.

Le parole dell’insider Tom Henderson non lasciano più alcun dubbio. Precedentemente ha definito il nuovo progetto Call of Duty Vanguard come un vero e proprio disastro. Infatti afferma che il ciclo di sviluppo in cui sono stati impiegati solo due anni, non dia la possibilità a Sledgehammer Games di proporre al pubblico un prodotto abbastanza ottimizzato. Ovviamente tenendo presente tutti gli aspetti del caso.

Leggi anche -> Morta Helen McCrory, attrice di Harry Potter e Peaky Blinders

COD Vanguard ed il cross-gen, un problema di non poco conto

COD Vanguard
COD Vanguard, il problema è la cross-gen (screenshot YouTube)

Basandosi sempre sulle parole dell’insider, sembra che Battlefield 6 invece sia destinato solo alla next-gen. Tuttavia sono presenti dei vantaggi abbastanza evidenti per quanto riguarda la parte tecnica e strutturale. Fino ad oggi ancora non è stato annunciato niente riguardo a questo gioco. Perciò, almeno per il momento, non è possibile sapere se tutto ciò venga confermato in seguito o meno.

Leggi anche -> Amazon offre montaggio dei mobili, nuovo servizio per battere IKEA

Call of Duty WWII Vanguard dovrebbe arrivare verso la fine del 2021 solo su PC, PS5 e Xbox Series X/S ma anche su PS4 e Xbox One. Secondo l’insider, ciò accade anche per il Call of Duty che viene reso disponibile a partire dal 2022. Sembra quindi che Activision non abbia intenzione di rinunciare a decine di milioni di potenziali clienti, anche se si trova in presenza di una base di utenti next-gen molto limitata dalla mancanza di unità. Infatti secondo alcuni dati di mercato è possible affermare che, PS5 e Xbox Series X/S, abbiano piazzato poco meno di 15 milioni di unità a partire dal mese di novembre del 2020. Scorrendo verso il basso il post Twitter dell’insider.

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)