Crash Bandicoot 4 sotto il microscopio, PS5 vs Nintendo Switch – VIDEO

Digital Foundry mette a confronto il titolo Crash Bandicoot 4 su PS5 e su Nintendo Switch. Una comparazione insolita, quali sono i risultati 

Crash Bandicoot 4: It's About Time
Crash Bandicoot 4: It’s About Time, il confronto tra PS5 e Nintendo Switch di Digital Foundry (screenshot YouTube)

Da ottobre 2020 Crash Bandicoot 4: It’s About Time, è disponibile su PlayStation 4 e Xbox One. Inoltre, nell’ultimo periodo, è stata in grado di allargare il suo bacino d’utenza anche su altre console come PS5, Xbox Series X/S e Nintendo Switch.

In questo modo ha dato alla redazione di Digital Foundry altro materiale su cui lavorare. In questo caso si è occupata di paragonare il titolo su due versioni diverse, ossia su PS5 e Nintendo Switch. Così ha avuto anche la possibilità di valutare gli upgrade su PS5 ed i downgrade su Nintendo Switch.

Leggi anche -> COD Black Ops Cold War, una mappa molto speciale potrebbe far ritorno

PS5 vs Nintendo Switch per crash Bandicoot 4

Crash Bandicoot 4: It's About Time
Crash Bandicoot 4: It’s About Time, il confronto tra PS5 e Nintendo Switch di Digital Foundry (screenshot YouTube)

Per quanto riguarda la versione next-gen di Sony di CB 4: It’s About Time è possibile affermare che questo gira ad una risoluzione di 4K dinamica e che solo in alcune circostanze scende al di sotto del valore massimo. Il framerate, nella maggior parte dei casi, risulta essere a 60fps. Alcuni cali al di sotto di questi fps possono essere rilevati solo nel momento in cui vengono riprodotti dei filmati. Anche per quanto riguarda PS4 Pro e Xbox One X il gioco è in grado di puntare ai 60fps senza troppi problemi.

Leggi anche -> Destiny 2, Bungie pensa al vaulting per far spazio ai contenuti nuovi

In riferimento alla versione per Nintendo Switch, la modalità docked riesce a girare ad una risoluzione dinamica che oscilla da 720p a 792p. Invece, in mobilità, è in grado di restituire una presentazione a 540p. Alcuni abbassamenti sono presenti solo nelle scene più impegnative. Il framerate risulta essere bloccato a 30fps. Per quanto riguarda la parte visiva, sono stati fatti numerosi tagli. Infatti sono state ridimensionate le luci dinamiche e non vi è più nessuna traccia degli effetti post processo come accaduto in Motion Blur e Profondità di campo. Pare che i tagli siano stati fatti in maniera intelligente in modo da non fornire una qualità troppo bassa rispetto a quella di CB 4: It’s About Time su PS4 e Xbox One. In calce il video di Digital Foundry.

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)