Crash Bandicoot diventa esclusiva Xbox, è la fine della storia dei videogiochi?

Xbox sta per acquistare Activision-Blizzard, e questo potrebbe significare che la fine della storia videoludica è all’orizzonte. 

Se si pensa  PS1, la vecchia e grigia console che ha fatto innamorare milioni di ragazzini, battezzando tantissimi al mondo dei videogiochi, sono tanti i titoli iconici che ricordiamo. Tra tutti però non può che capeggiare quel buffo, strano e spettacolare Crash Bandicoot, sviluppato da Naughty Dog, sotto la supervisione di Sony Playstation, e pubblicato l’8 novembre 1996. E infatti tantissimi lo trovarono sotto l’albero di Natale, col cuore in gola e gli occhi grandi. Da allora solo decenni e decenni di amore e di passione, con qualche delusione, come in ogni storia d’amore che si rispetti, per i videogiochi.

Crash Bandicoot diventa esclusiva Xbox, è la fine della storia dei videogiochi?
Crash Bandicoot diventa esclusiva Xbox, è la fine della storia dei videogiochi?

E anche se non tutti i titoli di Crash Bandicoot hanno funzionato alla grande, ed è da decenni che l’IP non è più nelle mani di Playstation, essendo andata prima ad Universal e poi ad Activision, comunque si percepiva la sua importanza. Quantomeno dal punto di vista storico, come vedere un grandissimo campione vicino ai 40 anni che non è più quello di una volta, ma che non può essere dimenticato, che ha fatto la storia non solo della propria squadra (in questo caso della propria console), ma anche dello sport (leggi videogiochi).

Ecco, da oggi non solo Crash Bandicoot non è più una IP in mano a Playstation, ma è anche nell’enorme portafoglio di titoli esclusivi di Xbox, come annunciato in un comunicato ufficiale.

Crash Bandicoot passa ad Xbox, è la fine dei videogiochi?

Sia chiaro, non è ancora ufficiale. Per ora si parla di un accordo di massima, di una volontà di acquisto da parte di Xbox, che è pronta a versare quasi 70 miliardi di dollari per acquistare tutti gli studi, tutte le IP e tutti i contratti che attualmente sono di Activision Blizzard. L’operazione avverrà, qualora l’antitrust non avesse nulla da ridire, per il prossimo anno fiscale. Ma il messaggio scritto da Xbox ha tutta l’area di un’ufficialità, di una transazione che è praticamente avvenuta già.

Xbox acquista Activision-Blizzard, la cifra dell'affare è folle!
Xbox acquista Activision-Blizzard, la cifra dell’affare è folle!

Titoli che hanno fatto la storia del medium come Starcraft, Overwatch, Call of Duty ecc saranno molto presto nelle mani di Xbox, che potrà trasformare tutti questi titoli in esclusive per il proprio ecosistema Series X|S-PC. Con tanti titoli che saranno lanciato al day one sul Game Pass, come succede da mesi. E presto potrebbe succedere anche con Crash Bandicoot, una nuova esclusiva Xbox.

Nel 1992 il rispettato sociologo americano di origini giapponesi (proprio come Crash!) Yoshihiro Francis Fukuyama pubblicò un lavoro molto controverso, che ancora oggi crea discussioni e dibattiti tra sociologi, filosofi, politologhi ed economisti. Nel suo “La Fine della Storia“, Fukuyama ipotizza che il prossimo futuro, entro cui noi stiamo vivendo, sia il periodo in cui la grande storia dell’umanità troverà la sua fine. Non intesa come apocalisse globale, ma come omologazione e globalizzazione di alcuni valori, idee, modi di fare, modelli socio-economici in tutto il mondo. In questo senso, dopo secoli di dittature, guerre, tirannie, imperi, l’intero mondo si omologherà verso una democrazia liberale di stampo capitalistico, dai valori occidentali e cattolici.

Leggi anche -> Amazon cambia le consegne in Italia, ora c’è una password: la procedura

Tutto diventerà Xbox?

Quella che presento qui è una mera semplificazione del lavoro originale, ma può risultare una riflessione interessante per esaminare l’enorme operazione tra Xbox e Activision-Blizzard. Con questa acquisizione enorme, con Crash Bandicoot che diventa una mascotte Xbox, col Game Pass che si afferma non come modello, ma come IL modello, non possiamo farci la stessa domande che si poneva Fukuyama. E’ questa la fine? Non ho nulla contro il Game Pass, anzi. Se tutti possono videogiocare a tutto per una cifra accessibile, personalmente sono felice. Ma non posso che pormi delle domande.

Xbox Game Pass
Xbox Game Pass

Tutti sono destinati a cadere sotto il dominio di Xbox? Ogni opposizione è inutile? Playstation riuscirà ad opporre resistenza? Gli sviluppatori e le singole IP riusciranno a mantenere la propria identità, la propria competitività, la propria pluralità anche in un enorme conglomerato più vicino ad un monopolio che ad un mercato aperto? Gli studi indie potranno attirare l’attenzione dei giocatori che hanno il Game Pass con tanti altri “indie più famosi” e tripla-A di alto livello? Ci sarà ancora spazio per esperimenti, per conflitti, per follie cretive e balzi rivoluzionari? Molte delle tecnologie e  delle caratteristiche fondamentali che diamo per scontato nel gaming moderno nascono perché dei gruppi di sviluppatori hanno osato, hanno infranto la legge, alzando il dito medio verso le grandi corporazioni.

Leggi anche -> Warzone mi ha appena bannato, ed il motivo è folle

Il tempo ci risponderà, certamente però, i videogiochi stanno per cambiare per sempre. Spero in meglio. Spero che non sia la fine della storia videoludica.

 

Betheshda e Xbox
Betheshda e Xbox