Dead Space Ramake, ci sarà un po’ di God of War nel gioco

Il remake di Dead Space sarà tante cose e se sarà un successo per EA Motive lo sarà anche grazie a una piccola ma decisiva innovazione portata da God of War nel mondo dei videogiochi.

A parlare di come stiano andando le cose è EA stessa che, con un post sul suo blog ufficiale, ha fatto un riassunto di tutto quello che dovremmo sapere sul gioco, battendo ovviamente sul tasto della fedeltà all’originale e insieme sull’innovazione. Il titolo è atteso per inizio 2023 quindi non ci manca molto è ma entrare nel dietro le quinte è sempre interessante.

Dead Space Ramake, ci sarà un po' di God of War dentro
Dead Space Ramake, ci sarà un po’ di God of War dentro (foto: Youtube)

Perchè dimostra come i team di sviluppo migliori siano quelli che non lavorano nel vuoto pneumatico riscrivendo la ruota ogni volta ma quelli che si guardano sempre intorno e si chiedono più spesso di altri perchè gli altri giochi funzionano e come. Ed è da una di queste domande che arriva una innovazione che probabilmente farà del remake una nuova pietra miliare.

Dead Space e il remake che strizza l’occhio a Kratos

Una delle sensazioni più ricorrenti nel primo Dead Space è stata probabilmente la claustrofobia, intervallata a attimi di pace e di distensione quando il gioco doveva caricare un nuovo ambiente. Una frammentazione dell’illusione che tanti hanno trovato salutare per la propria tenuta mentale. Ma che i developer forse sentivano come un limite.

Dead Space Ramake, ci sarà un po' di God of War dentro
Dead Space Ramake, ci sarà un po’ di God of War dentro (foto: EA)

Un limite che God of War, 2018, ha mostrato a tutti come superare con una gestione delle inquadrature diverse e che fanno del gioco un unico piano sequenza che non molla mai la presa. Il remake di Dead Space punta a dare ai giocatori e alle giocatrici lo stesso grado di immersione e si pone quindi una domanda: che fine farà il treno con cui Isaac fa la spola da un angolo all’altro?

Sul blog non è dato sapere se il treno sarà ancora presente e in che misura ma non si può discutere che, senza i tagli e i passaggi tra cutscene e gioco, il nuovo Dead Space di EA Motive si avvia ad essere uno dei titoli più paurosi del prossimo anno. Un gioco destinato a lasciare il segno dal punto di vista tecnologico e umano e che forse tra qualche anno sarà punto di partenza per un’altra rivoluzione.