Il dinosauro gigante Cooper: viene dall’Australia

Cooper è il dinosauro gigante rivenuto in Australia. Le sue dimensioni sono veramente impressionanti e con lui si presenta una nuova specie 

Dinosauro gigante
Dinosauro gigante, Cooper è una nuova specie (fonte peerj.com)

Gli scienziati gli hanno attribuito il nome di Australotitan Cooperensis. Si tratta quindi di una nuova specie di sauropode le cui ossa sono rinvenute in Australia, all’interno di terreni di allevamento di bestiame. Le misure mastodontiche del dinosauro fanno sì che questo venga considerato tra i più grandi del mondo. il paleontologo Scott Hocknull, curatore del Queensland Museum afferma che scoperte come queste sono solo la punta dell’iceberg.

Nuovi dati sono emersi dalla ricerca pubblicata nel corso degli ultimi giorni. Si tratta di informazioni riguardo al sauropode erbivoro vissuto nel Cretaceo circa 96 milioni di anni fa. In base alle stime dei paleontologi le dimensioni del nuovo dinosauro, chiamato con il nome di “Cooper”, equivalgono per lunghezza quanto un campo da basket mentre per l’altezza come un edificio a due piani. Incredibile.

Il dinosauro gigante dell’Australia, ecco a voi Cooper

Dinosauro gigante
Dinosauro gigante, Cooper è una nuova specie (fonte peerj.com)

Lo scienziato Hocknull ha affermato che, per essere sicuri che l’Australotitan sia realmente una specie diversa, hanno dovuto confrontare le sue ossa con quelle di altre del Queensland e del mondo. ovviamente un lavoro molto lungo e scrupoloso. A tale riguardo, anche la paleontologa McKenzie ho voluto aggiungere che si aspettano molto interesse internazionale quando si riaprono i confini. Secondo Hocknull esistono altri esemplari di dinosauri ancora più grandi e devono essere ancora scoperti. Infatti egli afferma che: “Abbiamo trovato un paio di piccoli teropodi in Australia… ma non avrebbero potuto disturbare l’Australotitano, il che suggerisce che c’è un dinosauro predatore molto grande da qualche parte”.

La conferma che questa possa essere una nuova specie arriva dopo bene 17 anni di ricerca, periodo in cui il dissotterramento ed il confronto delle ossa di Cooper insieme ad altri ritrovamenti hanno fatto da punto focale. Infatti è molto importante sapere che le ossa di dinosauri sono enormi, molto pesanti e che sono conservate all’interno dei musei di tutto il mondo. Per questo confrontarle è davvero molto difficile ed impegnativo. Ovviamente, per la prima volta, è utilizzata una nuova tecnologia digitale utile a scansionare ogni osso in 3D. È questa una pratica messa in atto dal team dell’Eromanga Natural History Museum e del Queensland Museum.

Leggi anche -> Scarlet Nexus, Bandai Namco smentisce i rumor sull’Xbox Game Pass

Leggi anche -> Arriva un gaming-phone dalle caratteristiche interessanti

LINK UTILI

PS5 con lettore
PS5 con lettore (Screenshot YouTube)