Droni vietati nei parchi nazionali: uomo viola la legge e viene colpito con un taser

Per le autorità pare che i droni stiano diventando più fastidiosi delle zanzare. La settimana scorsa, i responsabili del Golden Gate Bridge hanno ritenuto di aver bisogno di aiuto per far fronte alla proliferazione dei dispositivi volanti. Più recente, il caso di un uomo nelle Hawaii che ha deciso di far volare il suo piccolo quadricottero su un lago di lava nel Volcanoes National Park.

I droni sono vietati nei parchi nazionali, ma secondo quanto riportato da Hawaii News Now, il trentacinquenne Travis Sanders ne era all'oscuro. E mentre faceva volare il suo gioiellino sopra il lago di lava, si rese conto di non essere solo. Avrebbe pertanto riferito: "Un tizio si avvicinò a me nel buio gridando 'portalo giù!', era molto arrabbiato ma non avevo idea che fosse un ranger. Sembrava avesse intenzione di colpirmi, ma non avevo proprio voglia di fare a botte, perciò gli dissi che non avevo un ID e che me ne sarei andato."

Ovviamente la versione di Sanders non coincide con il portavoce del Hawaii Volcanoes National Park, Jessica Ferracane. La donna avrebbe infatti riferito: "Il sospetto ha rifiutato di identificarsi ed è fuggito, non lontano dal bordo della caldera."

Potete immaginare come la storia sia andata a finire, dopotutto le Hawaii fanno parte dell'America. Sanders è stato colpito con un taser. Il punto è che molti possessori di droni pensano di poterli far volare ovunque, ma alcune leggi restrittive ne vietano l'utilizzo in alcuni luoghi e ad alcune altezze.

Di seguito riportiamo un servizio locale sull'accaduto.

FONTE: CNET

Leave a reply