Epic VS Apple, Valve tirata in mezzo dalla Mela

Vi avevamo raccontato della denuncia che Epic sta portando avanti contro Apple, rea di non permettere pagamenti di terze parti sulla sua piattaforma. Apple ora ha tirato in mezzo Valve, chiedendo i dati sulle vendite che passano per Steam. Ma Valve ha gentilmente rifiutato.

Epic VS Apple, Valve tirata in mezzo dalla Mela ma si sfila
Epic VS Apple, Valve tirata in mezzo dalla Mela ma si sfila (foto: Youtube)

Epic ha recentemente denunciato all’antitrust europea Apple perchè ostacolerebbe sui sistemi iOS le transazioni fatte non con i canali Apple e perchè avrebbe anche messo in atto alcune manovre ritorsive contro Epic bloccando per esempio gli aggiornamenti di Fortnite.

Leggi anche —> Annunciata l’espansione per Legends of Runeterra Gli imperi degli Ascesi

Epic VS Apple: i dati di Valve servono o no?

Epic VS Apple, Valve tirata in mezzo dalla Mela ma si sfila
Epic VS Apple, Valve tirata in mezzo dalla Mela ma si sfila (foto: Youtube)

La questione tra Epic e Apple riguarda le transazioni mobile ma ora la Mela ha scritto una richiesta formale a Valve perchè le vengano forniti i dati relativi alle transazioni su “app”, IAP e prodotti esterni, oltre a dettagli relativi ai guadagni di Steam per valutare la dimensione dei canali digitali di distribuzione di Epic.

La richiesta è stata fatta tramite una lettera scritta congiuntamente dai legali di Apple e di Valve e nella parte dei legali Apple leggiamo che “la richiesta è fondamentale per calcolare la dimensione totale del mercato per i canali di distribuzione digitale a disposizione di Epic, elemento che la Corte ha già rilevato come molto rilevante.” In più, viene sottolineato come Steam sia diretto competitor di Epic Game Store nella distribuzione su PC, rendendo i dati rilevanti. La parte di comunicazione di Apple termina con una lamentela: Valve si sta rifiutando di fornire i dati.

Poi però nella parte della lettera scritta dai legali di Valve si ribatte che fornire tutto ciò che Apple chiede, cioè in pratica tutti i numeri relativi a quali prodotti vengono venduti, in che quantità e con che guadagni, “imporrebbe un carico di lavoro straordinario a Valve” e che comunque i dati forniti  “hanno poco valore, perchè Valve non compete nel mercato mobile oggetto della disputa“. Sempre Valve aggiunge che raccogliere i dati che Apple richiede è complicato perchè sono dati che non vengono raccolti di solito.

Leggi anche —> Fortnite sfide settimanali: guida a Punto Panoramico, Monte Kay e Forra Favolosa

Cosa voglia dimostrare Apple con i dati di Epic su Steam può non sembrare chiaro o potrebbe essere solo una mossa per dimostrare che le denunce di Epic sono infondate perchè. Noi continuiamo a vigilare e a tenere sott’occhio la questione che, se pare remota a molti giocatori, in realtà può segnare in modo duraturo il futuro della distribuzione dei videogiochi sugli Store, mobile e non.

UPDATE: Un tribunale della California ha costretto Valve a fornire i dati di 436 titoli in vendita su Steam a partire dal 2017. La richiesta originaria di Apple era per i dati di oltre 30.000 titoli. Anche a Samsung è stato ordinato di far pervenire i dati sulle vendite nell’Galaxy App Store nell’ambito della stessa disputa.

E ora per alleggerire un po’ la tensione, a fondo pagina andatevi a guardare un video dal profilo Logitech, sì quelli dei mouse, che ha messo insieme una compilation di cosa aspettarsi su Steam nel 2021, e per non dare noia a Steam che dovrebbe fare i conti, il video è solo sui titoli gratuiti. Come siamo buoni.

LINK UTILI