L’esercito ha un obiettivo per il 2030: soldati robot operativi

I soldati robot non sembrano essere un futuro molto lontano. L’esercito britannico potrebbe acquistarne 30mila entro il 2030

Soldati robot
Soldati robot, 30mila unità entro il 2030 come obiettivo per l’esercito britannico (pixabay)

Nel Regno Unito si è venuti a conoscenza di una notizia molto interessante. Si tratta di un annuncio che ha dell’incredibile e che potrebbe cambiare in modo significativo i prossimi conflitti tra paesi. Il generale Nick Carter, Capo di stato maggiore dell’esercito britannico ha affermato che le forze armate probabilmente saranno composte in gran parte da soldati robot controllati da remoto entro il 2030.

Sono stati stanziati fondi dal governo inglese con i quali è possibile portare un evoluzione tecnologica nell’esercito britannico di tal genere. Attualmente però questi sono stati bloccati causa pandemia Covid-19. Ma come mai questo cambio? La decisione di inserire robot all’interno delle forze armate è dovuta al fatto della netta diminuzione di arruolamenti nell’esercito stesso.

Leggi anche -> Diventare cuochi in Valheim, una mod offre molte ricette diverse

L’esercito ha un obiettivo per il 2030: soldati robot operativi

Soldati robot
Soldati robot, 30mila unità entro il 2030 come obiettivo per l’esercito britannico (pixabay)

Infatti si contano 74 mila unità in meno. Invece andando ad aggiungere unità robotiche si potrebbe avere un incremento fino a 120mila unità. Inoltre potrebbe portare anche un maggior numero di arruolamenti. Con i mezzi che si hanno oggi a disposizione e, grazie alla scienza, è possibile portare una modernizzazione. Il ministero della difesa britannico è a lavoro su un progetto chiamato i9. Si tratta di un drone che, grazie all’intelligenza artificiale, ha la capacità di spostarsi all’interno di spazi chiusi.

Leggi anche -> COD Warzone e la campagna anti-cheat, vengono bannati 40 mila giocatori

Questo è un aeromobile a controllo remoto, un apparecchio volante caratterizzato dall’assenza del pilota a bordo. Il suo volo è mediato dal computer a bordo del mezzo aereo oppure tramite il monitoraggio da remoto di un navigatore o pilota, sul terreno od in altre postazioni. Questo apparecchio può identificare i bersagli facendo affidamento anche su armi da fuoco molto sofisticate. Questo drone risulta essere molto utile anche dal punto di vista di esplorazioni ed irruzioni in edifici. Inoltre sono anche in corso di sviluppo dei sistemi anti-drone per potersi difendere da eventuali attacchi simili.

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)