Papà di Mass Effect crea studio indipendente: “Siamo Humanoid”

Nuovo studio di sviluppo nasce dalle ombre, a guidarlo un ex dirigente di BioWare, che ha deciso di mettersi in proprio. Ecco l’annuncio. 

Mass Effect
Mass Effect 

BioWare, creatore di titoli importanti come Baldur’s Gate, Neverwinter Nights, Star Wars: Knights of the Old Republic, Mass Effect e Dragon Age, è una società canadese controllata da Electronic Arts. Parliamo di un colosso che quando le PS3 e le Xbox 360 riempivano le stanze di grandi e piccini dominava in lungo e in largo, dettando le regole del mercato. Ma che da qualche anno sembra aver perso la bussola, con progetti fallimentari ed IP morte ancora prima di nascere. Ora si spera in un futuro radioso, con l’apprezzatissimo Mass Effect Legendary Edition che ha confermato quello che i videogiocatori vogliono da BioWare.

Nel 2014 il direttore di BioWare, Casey Hudson, ha deciso di abbandonare la compagnia per unirsi a Microsoft Studios, per poi, nel 2017, tornare come CEO di Bioware. Purtroppo questa avventura dura poco, e nel 2020 abbandona di nuovo la compagnia. Recentemente su Twitter Hudson ha annunciato di star formando un nuovo studio, chiamato Humanoid Studios che sta lavorando alla creazione di una nuova IP. L’uomo è il padre della trilogia originale di Shepard. 

Il creatore di Mass Effect si mette in proprio

Infatti dal suo post Twitter qui sopra postato possiamo leggere: “Ho lavorato con dei colleghi per una cosa fantastica, e vorrei dire a tutti voi di cosa si tratta, per ora posso solo dire questo…” Dice Hudson.
L’ex direttore di BioWare dichiara di aver creato una nuova compagnia di videogames indipendente, lo scopo è quello di far liberare la creatività e l’artisticità degli sviluppatori tramite nuove IP. Una scelta che in questi tempi può essere considerata come coraggiosa, infatti ultimamente i 2 colossi del mercato videoludico, ovvero Microsoft e Sony, le 2 aziende stanno ampliando i loro orizzonti tramite l’acquisto di nuove compagnie.

Leggi anche –> Elden Ring, pixel art per il gioco di George R.R. Martin – VIDEO

Leggi anche –> Ghost of Tsushima fa piangere i videogiocatori – VIDEO

Microsoft infatti punta all’acquisto di grandi softwarehouse e, mira a far giocare ai propri utenti in quante più piattaforme possibili. Sony invece ha deciso di essere più saggia e comprare semplicemente delle nuove IP anziché delle intere compagnie.