Fan delusi da Halo applaudono a The Last of Us: “Così si fa una serie!”

The Last Of Us è ufficialmente uscito ed è visibile anche nel nostro Paese in contemporanea con buona parte del pianeta e Twitter si è già animato a causa di un messaggio che lega il prodotto HBO alla serie prodotta da Paramount su Halo.

La serie TV che l’anno scorso tanti fan aspettavano con ansia, per almeno una parte si è rivelata una cocente delusione. In particolare, ed è qui che viene fatto il confronto con la serie prodotta invece da HBO a partire dal materiale dell’esclusiva PlayStation, quello che non è piaciuto è stato il modo in cui l’universo di Master Chief è stato trattato e addomesticato per cercare di risultare piacevole anche a chi il gioco non sapeva neanche che esistesse.

the last of us migliore halo
The Last of Halo (videogochi.com)

Uno dei messaggi che forse mostrano meglio allo stesso tempo la delusione di chi non si è trovato soddisfatto con il trattamento Paramount di Halo e invece apprezza il modo in cui HBO ha trattato The Last Of Us è apparso sull’account di un content creator. E più che il messaggio in sé è la discussione che si è aperta sotto a risultare estremamente interessante e a raccogliere in una manciata di caratteri tutti i sentimenti sia nei confronti della trasposizione fatta per The Last Of Us sia per quella fatta con il materiale di Halo.

HBO, dopo The Last Of Us per favore fai Halo!

Il messaggio pubblicato da Neo of War: Ragnarok, questo il nome scelto dal content creator sul social dell’uccellino azzurro, è scritto tutto in maiuscolo ed è abbastanza diretto: “Paramount, c**** è così che si fa, date Halo ad HBO“. In neanche venti parole un riassunto di quanto molti fan di Master Chief sono rimasti delusi dal modo in cui il loro personaggio preferito è stato trattato nella serie prodotta da Paramount. E insieme il messaggio è un evidente complimento al lavoro fatto da HBO.

Twitter (videogiochi.com)

Neanche a noi qui in redazione la serie di Halo ha convinto del tutto, con una serie di licenze creative che hanno finito un po’ con lo snaturare quella che era la particolarità del gioco. C’è comunque da notare che decidere di portare sotto forma di serie TV un videogioco in cui, ed è per esempio uno dei commenti su Twitter, il protagonista in pratica non parla mai non è una passeggiata di salute. Ma forse il motivo per cui la serie di The Last Of Us sta entusiasmando così tanto sia i fan del gioco sia in generale gli amanti dei videogiochi è da cercare altrove.

Halo non aveva i suoi papà a difenderlo

Un altro commento permette di guardare la situazione da una diversa prospettiva. La differenza sostanziale tra il prodotto che ruotava intorno a Master Chief e quello che ruota intorno a The Last Of Us è che nel secondo caso tutto il team responsabile del videogioco si è infilato anche nella produzione della serie tv con Neil Druckmann presenza fissa nelle varie fasi di realizzazione. Era quindi difficile che gli sceneggiatori potessero farla franca stravolgendo il materiale originale a proprio piacimento. Questo modo di portare un prodotto in un nuovo medium in maniera estremamente fedele può piacere o meno, esattamente come può piacere o meno l’idea che sostiene la serie TV di Halo. E’ tutta questione di che cosa cercate quando guardate una serie TV.