FOVE: il visore VR che traccia il movimento dell'occhio

Signori e Signore, nel campo della realtà virtuale abbiamo una new entry! Si tratta di FOVE, primo visore al mondo ad utilizzare un sistema di eye-tracking.
L’eye tracking, sistema in grado di registrare la dilatazione e la contrazione delle pupille permettendo così di tracciare il movimento dell’occhio, verrà utilizzato dalla startup di Tokyo per permettere agli utenti di controllare la visualizzazione a 360° del visore utilizzando lo sguardo.

Il nome di questo innovativo dispositivo VR deriva infatti dalle parole “Field of view” (campo visivo) e “fovea”, ovvero la parte dell’occhio situata al centro della retina grazie alla quale abbiamo una visione nitida dell’ambiente circostante.

fove_still_logo_black_floor

A differenza degli altri dispositivi VR, FOVE regolerà la messa a fuoco in base allo sguardo degli utenti permettendo inoltre al giocatore di prendere decisioni tramite il campo visivo.
Mirare o sparare sarà ovviamente molto più immediato se il comando viene dato direttamente dal nostro sguardo: daremo così addio o mouse, tastiera e pad.

I creatori di FOVE però spiegano che non cercano assolutamente di fare concorrenza a Oculus Rift o a Project Morpheus visto che con questo dispositivo intendono invece espandere il mercato.

FOVE, infatti, non sarà un dispositivo pensato solo per i giocatori; l’azienda ha dichiarato di essere fortemente interessata ad aiutare le persone con mobilità limitata e in un futuro voler realizzare un dispositivo indossabile ancora più “portatile” con sistema di eye tracking. Si pensa persino alla realizzazione un’interfaccia utente da controllare con lo sguardo; una sorta di Jarvis alla Iron Man da mettere comodamente in salotto.

Insomma, le idee in campo sono tante e molti di questi progetti sono in fase in fase di sviluppo… Per quanto riguarda FOVE, invece, l’azienda ha anche dichiarato di essere interessata a una collaborazione con Microsoft per portare il visore su Xbox One….Staremo a vedere!

Leave a reply