Nuova legge contro i videogiochi, tante limitazioni

Una nuova legge contro i videogiochi sta prendendo sempre di più piede. Tante le limitazioni che i giocatori dovranno sopportare, la strada è tracciata 

Ancora una volta ci troviamo a parlare di numerose limitazioni che interesseranno il mondo dei videogiochi. È questo quanto sta accadendo oggi, dove si è deciso di avanzare una stretta molto forte. La nuova legge riguarda lo streaming di tutti quelli che sono i videogiochi non autorizzati.

Nuova legge videogiochi limitazioni
Nuova legge videogiochi limitazioni e regole (fonte pixabay)

È la stessa National Radio and Television Administration a parlarne e ad anticipare quelle che saranno le nuove misure il cui scopo è quello di bloccare il live-streaming e l’uso sproporzionato che molti adolescenti fanno dei videogiochi. Infatti, nell’ultimo periodo, si è visto un vero e proprio boom di giovani ragazzi che trascorrono fin troppo tempo dietro uno schermo intenti a superare un livello a qualsiasi costo. Nel settore i regolamenti sono in continuo cambiamento, anche Ubisoft da poco ha deciso di farlo per la tutela della sicurezza.

Limitazioni e regole, questa la legge per i videogiochi

Non è certo l’unica, dato che anche Twitch ha deciso di mettere dei paletti ben precisi per il ban. E così ora si avanzano nuove limitazioni per tutti quei giochi non autorizzati, ossia tutti i titoli che non hanno la licenza per essere venduti in un preciso stato. Uno di questi è Elden Ring per esempio, che in soli 7 giorni ha visto più di 17,1 milioni di persone incollate sui vari schermi di live streaming cinesi. Ebbene sì, le limitazioni vedono la Cina di particolare interesse. In passato hanno interessato poco gli utenti di PC, che spesso e volentieri sono in grado di acquistare anche se ci sono limitazioni governative.

Nuova legge videogiochi limitazioni
Nuova legge videogiochi limitazioni e regole (fonte twitter)

Anche l’analista ZhugeEX ha voluto chiarire la situazione affermando. “Ciò significa in pratica che, a meno che un gioco non sia stato approvato dall’autorità di regolamentazione, sarà molto difficile ottenere visibilità tramite streaming, brevi video, pubblicità o altre piattaforme/canali”. L’unico dubbio che per il momento i giocatori hanno è, se questo tipo di regola, verrà applicata a tutti i giochi. Anche per chi gioca da PC, quindi, molto presto le cose cambieranno.

Infatti si è deciso di non fare nessuno strappo alla regola e applicare alla lettera ciò che le nuove norme affermano. E così, solo i videogiochi che possiedono una regolare licenza, saranno disponibili all’interno delle varie piattaforme di live stream.