Ecco Marauders, Escape from Tarkov nello spazio sul Game Pass

Marauders è un looter shooter che non vi farà sentire la mancanza di Escape from Tarkov e con la giusta dose di atmosfere retrò da non farvi sentire neanche la mancanza di qualunque altro gioco di questo tipo.

Che lo spazio profondo sia un luogo ostile in cui, come negli oceani del 1600, si rischia di morire ogni volta che si respira ormai è un dato di fatto. E con questo FPS toccherete con mano un retro futuro che viene esplorato poco spesso. Siamo infatti tutti abituati, o meglio molto più abituati, ai futuri ispirati allo steampunk oppure direttamente al post apocalittico. La differenza sostanziale di Marauders è invece che il gioco è ambientato all’inizio degli Anni ’90 nel periodo così detto dieselpunk.

Ecco Marauders, Escape from Tarkov nello spazio sul Game Pass
Ecco Marauders, Escape from Tarkov nello spazio sul Game Pass (foto: youtube)

Esattamente però come nei migliori romanzi d’avventura a tema pirati, vestirete i panni di un assaltatore che deve riuscire a sopravvivere e a portarsi via tutto ciò che è possibile dalle navi che inavvertitamente incontra sul suo cammino a gravità zero. Le possibilità dentro Marauders sono diverse, dato che gli sviluppatori hanno previsto una modalità singolo giocatore e poi una modalità a squadre con una dinamica diversa e molto promettente.

Marauders, Escape from Tarkov nel cosmo

Come accennavamo prima, Marauders ricorda molto da vicino Escape from Tarkov ma poi riesce a creare una propria identità. Quello che sembra particolarmente promettente è la possibilità di poter giocare in squadre da 4 assaltatori e, in caso di vittoria contro gli avversari (reali oppure creati dall’intelligenza artificiale), potersi portare via ciò che si è rubacchiato per utilizzarlo sulla nave base.

Ecco Marauders, Escape from Tarkov nello spazio sul Game Pass
Ecco Marauders, Escape from Tarkov nello spazio sul Game Pass (foto: youtube)

In un periodo in cui sembra che tutti quanti vogliono fare dei giochi soulslike in cui nel momento in cui si muore tutto è perduto, l’accento posto dai ragazzi di Small Impact Games è che se si riesce a sopravvivere e a vincere sugli avversari quello che si è guadagnato rimane in maniera permanente e può essere utilizzato negli scontri successivi. Ovviamente c’è un elemento di progressione nel gioco che stimola a raccogliere i materiali migliori.

Il gioco verrà mostrato ufficialmente a Londra in occasione del WASD previsto dal 7 al 9 aprile prossimi, con un passaggio poi sul GamePass PC, ma nel frattempo è stato diffuso un trailer che ci permette già di fare una prima valutazione del gioco. In particolare siamo andati a guardare sotto il video pubblicato su YouTube. Quello che a quanto pare chi ha commentato il trailer apprezza in particolare sono gli elementi realistici e quel tocco di Seconda Guerra Mondiale che sembra calzare a pennello. C’è poi chi commenta che forse le armi non possono sparare nello spazio come pensiamo noi ma, come è stato consigliato in altri commenti, conviene farci tutti un qualche aggiornamento magari anche solo con Google.