Multa agli scammer che fingevano di lavorare per Amazon

La FTC, Federal Trade Commission americana, ha scoperto una società che faceva colloqui di lavoro fingendo di essere parte dell’Amazon Associates program.

Multa agli scammer che fingevano di lavorare per Amazon
Multa agli scammer che fingevano di lavorare per Amazon (foto: youtube)

Facevano colloqui di lavoro pensando di poter poi lavorare con il colosso delle vendite online in una posizione da remoto. Scoperti dalla FTC, sono ora costretti a pagare 2 milioni di dollari.

Leggi anche –> Hitman torna su dispositivi mobili con un nuovo titolo: l’annuncio – VIDEO

Amazon e la truffa degli scammer

Multa agli scammer che fingevano di lavorare per Amazon
Multa agli scammer che fingevano di lavorare per Amazon (foto: youtube)

Il sistema messo in atto da Randon Morris e dalle parecchie società che dirigeva era semplice e faceva molto leva sulla pandemia: utilizzando dei robocall, faceva pubblicità a finte opportunità di lavoro da remoto, da svolgere quindi comodamente da casa. A rendere ancora più invitante l’offerta, oltre all’idea di poter lavorare da casa senza il rischio di contagiarsi con il Covid-19, c’era il millantato salario. Nelle telefonate, infatti, venivano promessi guadagni da centinaia di dollari al giorno.

Ciliegina sulla torna delle società dirette da Morris, usare Amazon con finto biglietto da visita. Nelle telefonate e durante i colloqui alle vittime di questa vera e propria truffa veniva infatti fatto intendere che il lavoro sarebbe stato per società affiliate ad Amazon. Tanto è vero che, una delle società coinvolte nel raggiro si chiamava proprio Amazon Affiliate Program LLC.

La FTC, scoperta la truffa, ha condannato Morris e tutte le sue società al divieto di offrire opportunità di lavoro da casa e di utilizzare robocall. In più, è stata comminata una multa da 2 milioni di dollari, che però è stata parzialmente sospesa per dichiara impossibilità di pagare da parte di Morris.

Leggi anche –> Sony Interactive Entertainment ha acquistato EVO: circuito di E-Sport

Sono comunque stati sequestrati tutti i conti correnti di Morris e delle sue società in modo che, probabilmente, il Governo americano possa vedere saldata per interno la multa.

Gli scammer che sfruttano la pandemia per finte occasioni di lavoro stanno aumentando, purtroppo, e occorre quindi prestare la massima attenzione alle offerte di lavoro che provengono da società che dichiarano di lavorare per altre società molto note. Bisogna quindi tenere gli occhi bene aperti e dubitare sempre di un’offerta troppo allettante.

LINK UTILI

Multa agli scammer che fingevano di lavorare per Amazon
Multa agli scammer che fingevano di lavorare per Amazon (foto: youtube)