“Nintendo vuole solo i soldi”, accusa dell’ex sviluppatore

L’ex-sviluppatore per Nintendo di Mario 64 e Star Fox, Giles Goddard, accusa l’azienda nipponica di pensare solo ai soldi.

nintendo
Accuse di un ex-sviluppatore (foto: YouTube).

Da più di cinquant’anni ormai, la casa di Mario è una delle aziende leader del settore videoludico, offrendo ai giocatori (grazie ai suoi franchise unici) un’esperienza videoludica unica, imparagonabile (nel bene e nel male) a quella delle altre aziende.

Quest’unicità ha permesso di realizzare non soltanto progetti all’avanguardia, ma anche di un incredibile successo in termini di vendite; la Switch, al momento, sta realizzando numeri da record, rinviando ancora l’arrivo di una nuova console per l’azienda. Dietro a questa incredibile crescita a suon di milioni, ci sarebbe però, secondo un ex-sviluppatore, una strategia che punta a fare giochi solamente per soldi.

Giles Goddard accusa Nintendo

nintendo
Immagine per Mario 64 (foto: YouTube).

In un recente AMA su Reddit, l’attuale CEO di Chuhai  Labs Giles Goddard ha parlato di come si sia evoluta l’azienda, di cui ha fatto parte; il nome forse risulterà sconosciuto ai più, ma non di certo sconosciuti sono i giochi per i quali ha lavorato, che comprendono anche Star Fox e Mario 64.

Secondo Goddard, l’azienda sarebbe ormai gestita solamente da azionisti, uomini d’affari dunque il cui obiettivo primario è quello di fare soldi. “Credo che al giorno d’oggi Nintendo voglia solo i soldi spiega l’ex-sviluppatore, rimarcando una certa mancanza di “poeticità” e artisticità forse nei recenti titoli dell’azienda nipponica.

Dal canto suo, Goddard ha sicuramente contribuito a fare la storia nell’azienda, sia per essere stato il primo straniero a lavorare nella società, sia anche per essere stato uno dei più giovani (iniziò a 19 anni). È noto per il suo particolare lavoro su Mario in Mario 64 e, ovviamente, per aver  lavorato al fianco di Shigeru Miyamoto su Star Fox, proprio nei primi anni in cui l’azienda si stava avventurando nei giochi 3D.

Leggi anche –> Tekken 7 pronto a lanciare un nuovo torneo competitivo – VIDEO

Il commento di Goddard può sicuramente contribuire per capire come gli ex-dipendenti vedono al giorno d’oggi l’azienda. In chiusura d’articolo, vi lasciamo col post su Reddit; scorrete in basso per vederlo.

Leggi anche –> Skull and Bones, nuovi problemi con lo sviluppo? Che succede

Link utili