OPEN WORLD – Jupiter’s Legacy: potere, politica e morale

Open World vi porta alla scoperta dei mondi nel mondo del videogioco; per questo appuntamento, deviazione verso il mondo delle serie tv con Jupiter’s Legacy.

jupiter's legacy open world
OPEN WORLD – Jupiter’s Legacy: potere, politica e morale (foto: Netflix).

Open World è la rubrica che vi porta alla scoperta dei “mondi” all’interno del mondo videoludico che un determinato titolo, attraverso l’esperienza di gioco, ci porta ad esplorare. Oltre ad azione e un gameplay stuzzicante può esserci, infatti, molto di più; il nostro obiettivo è allargare i vostri orizzonti, portando sotto i vostri occhi storie, approfondimenti e strutture narrative.

Per questo nuovo appuntamento, piccola deviazione verso il mondo delle serie tv con l’attenzione puntata su Jupiter’s Legacy, nuova serie originale basata sui fumetti di Mark Millar coi disegni di Frank Quitely. Pronti, partenza…Open World!

Leggi anche –> FIFA 21 battuto da un’esclusiva di PS5: di quale si tratta?

Jupiter’s Legacy: potere e morale, sentimento e politica per i nuovi supereroi Netflix

jupiter's legacy open world
Il logo della serie Netflix (foto: YouTube).

Dal 7 maggio, è disponibile su Netflix la prima stagione di questa nuova serie, realizzata insieme a Millaword, etichetta dell’autore scozzese; la trama vede al centro delle vicende una famiglia di supereroi, guidata da Sheldon Sampson/Utopian, far fronte alle nuove minacce peculiari di quest’epoca contemporanea.

Eroe di vecchia generazione, Utopian non ha un rapporto idilliaco, per motivi diversi, coi suoi due figli Brandon e Chloe, anch’essi dotati di poteri (così come la moglie Grace); dinamiche familiari si incastrano in tematiche portanti per lo svolgimento dell’azione, con gli eroi divisi fra un codice etico che sembra ormai essere desueto e l’interrogativo su come dovrebbe comportarsi un eroe “moderno” in un mondo capitalista dominato dal consumo, dall’arrivismo e dall’interesse.

Gli eroi, in quanto a poteri e caratteristiche, non spiccano di certo in originalità, ma il punto di forza non vuole (e non deve) di certo essere questo: il grande merito della serie è quello di portare gli spettatori, attraverso figure canoniche e popolari come quelle dei supereroi, a riflettere su questioni che ci riguardano direttamente, anche se non siamo dotati di poteri, tra traumi psicologici, fragilità ed emozioni.

Il tono maturo si lega ad una narrazione che comunque c’è, ed intriga, sulla scia di quanto proposto da The Boys, serie di punta del “rivale” Amazon Prime Video; un’ulteriore prospettiva che permette di squarciare il classico mondo supereroistico, svelandone le pieghe più drammatiche e le problematiche nascoste.

Leggi anche –> Nintendo Switch Pro con schermo OLED? La notizia da un’azienda del settore

È proprio questo ciò che ha affascinato il pubblico, che ha positivamente accolto la serie; un’ottima notizia per Netflix e per tutta quella parte di fumetto americano che, dopo anni passati all’ “ombra” della Marvel e della DC, sta finalmente dicendo la sua su grande scala.

LINK UTILI

La console Sony (foto: YouTube).