Playstation e Nintendo cambiano tutto, rivoluzione totale

La Playstation e la Nintendo hanno deciso che bisognava cambiare tutto e questo potrebbe fare la gioia di molti giocatori anche a loro insaputa. Ecco cos’è cambiato di preciso.

In questo anno abbiamo visto cambiare moltissime cose nel mondo dei videogiochi e sono quel genere di cambiamenti che solitamente si vedono in anni e anni. Abbiamo infatti visto l’avvento degli NFT, un incremento dell’acquisto dei visori di realtà virtuale per via dello spopolare del metaverso e la corsa alle acquisizioni di moltissime società.

Playstation nintendo
Due colossi del mercato a confronto.

Anche se alcune cose hanno irritato i giocatori, ce ne sono state altre che cambieranno per sempre il mondo videoludico ed il modo in cui i giocatori si interfacciano ad esso. In questo momento però anche Playstation e Nintendo hanno deciso di cambiare qualcosa, ed è qualcosa che da sempre esiste nella loro politica ma che finalmente sarà regolamentata in modo più trasparente.

Playstation e Nintendo: d’accordo per cambiare

Grazie all’evoluzione e allo spopolare dei videogiochi in questi anni, i videogiochi sono entrati in moltissime realtà, al punto da essere finalmente riconosciuti dalla società come una passione a tutti gli effetti. Logicamente però, com’è cambiato il modo in cui vengono visti i videogiochi dovrebbero cambiare anche alcune vecchie politiche delle case videoludiche ed è proprio ciò che stanno facendo Playstation e Nintendo. Inoltre Playstation in questo periodo sta cercando fortemente di cambiare ed investire per il futuro, decidendo di dare un miliardo di dollari ad Epic Games.

playstation nintendo
Cos’è cambiato veramente? (Fonte: Playstation)

Chi possiede una console di queste due società, saprà benissimo che per giocare online si ha bisogno di un abbonamento, che dà agli utenti modo di poter giocare con i propri amici oltre ad offrire altri servizi, come ad esempio scaricare alcuni titoli gratis o sconti su degli articoli.

A quanto pare però la CMA ha deciso di sollecitare le due aziende in modo che regolamentassero un aspetto dei loro abbonamenti cioè: i pagamenti automatici. Infatti sembra c’è la possibilità che alcuni giocatori ricevano ancora saldi da pagare ogni mese senza che loro ne siano consapevoli, perché ad esempio hanno venduto la loro console oppure non controllano spesso il loro conto.

Infatti la Playstation ha deciso di sospendere il servizio e bloccare i pagamenti agli utenti che non utilizzano da tempo il proprio abbonamento, mentre la Nintendo ha deciso di eliminare il rinnovo automatico dando agli utenti la possibilità di attivarlo in un secondo momento. Questo però non è l’unico cambiamento sul fronte Nintendo, visto che la società ha deciso di intervenire anche sul proprio Store con questa svolta.