PlayStation Vita: un video troppo "provocante" per pubblicizzare la riproduzione in remoto

È vero che le pubblicità sono fatte attirare il maggior numero di persone, ma non bisogna mai esagerare troppo, soprattutto se si tratta di videogiochi e quindi tale pubblicità è destinata a un vasto pubblico, soprattutto bambini e adolescenti. Lo sa bene Sony Computer Entertainment, che ha recentemente cancellato dal proprio canale YouTube il video di un nuovo spot "troppo spinto" dedicato alla riproduzione in remoto di  PlayStation Vita.

Il filmato in questione mostrava una dottoressa molto sensuale e a tratti provocante rivolgersi a un paziente (noi), accusandolo di troppa... masturbazione. Le labbra della dottoressa sono state per alcuni istanti le protagoniste della scena, con espressioni e movenze molto sexy. La dottoressa continua dicendo che ciò che fa il paziente da solo, può farlo anche insieme a lei (stiamo pubblicizzando una console o un pacco di profilattici?).

Alla fine però (per fortuna) si scopre che ciò che affliggeva il paziente non era la masturbazione, ma il troppo smanettare da solo sulla console e quindi, la dottoressa ci invita a farlo in compagnia grazie alla funzione di riproduzione in remoto (Remote Play).

Alla fine però, il publisher si è accorto della "cavolata" fatta e ha deciso prontamente di cancellare il video. Purtroppo per Sony però, il video è ancora reperibile online:

FONTE: TheVerge

Leave a reply