La politica USA è in pericolo: Cina e Russia alimentano le teorie complottiste di QAnon

La politica USA sta subendo diversi dissapori interni a causa delle teorie complottiste di QAnon. Secondo un documento Cina e Russia le alimentano 

Politica USA
Politica USA, Cina e Russia alimentano le teorie complottiste di QAnon (pixabay)

Sembra che le due potenze, Cina e Russia, siano ancora adesso impegnate a dividere in modo irreparabile le opinioni politiche degli statunitensi. A quanto pare, a loro, si sarebbero uniti anche altri Stati quali Iran e Arabia Saudita. Il documento in analisi, che ha riportato l’argomento molto delicato ai danni della politica USA, è da prendere con le giuste cautele. Tuttavia riporta delle notizie abbastanza fondate.

Lo Soufan Centre, ossia un’organizzazione non-profit messa in piedi da un ex-agente dell’FBI, ha da poco reso noto il report in cui viene denunciato il comportante di Russia e Cina. Le due potenze hanno sfruttato la rete per fomentare le narrative complottiste di QAnon, che sono esplose in seguito sfociando nell’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio.

Leggi anche -> Prova a fare il furbo a Pavia: l’obiettivo è il Super Cashback

La politica USA minacciata dall’intento a causa delle teorie complottiste di QAnon

Politica USA
Politica USA, Cina e Russia alimentano le teorie complottiste di QAnon (pixabay)

Anche se è chiaro che il complottismo di QAnon ha influenzato direttamente l’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti, risulta più difficile dimostrare la vera origine di simili messaggi. Infatti è doveroso affermare che un intervento estero si andrebbe a stanziare comunque all’interno di un’area politicamente definita grigia. Questa poi risulta abbastanza difficile da poter normare. È proprio per questo motivo che il report in questione chiede aiuto ai social, per far in modo che questa propaganda del falso sia interrotta quanto prima. Proprio perché si tratta di notizie piene di falsità.

Leggi anche -> Vittoria Puccini, terrore e sangue sul set di una serie

Infatti è stata la stessa FBI ad affermare che ci sono state delle manipolazioni straniere nel movimento in questione. Anche se risulta essere abbastanza dubbia la presenza di un simile intervento esterno. Pare che Russia e Cina potrebbero aver realizzato un quinto nell’alimentare le notizie di QAnon. Invece gli altri Paesi, hanno contribuito poi in un secondo momento. Il compito di questi ultimi è quello di fare da amplificatore, dando il via ad un meccanismo di disinformazione di portata internazionale.

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)