Respawn ai giocatori “Creare contenuti per Apex Legends costa”

Perché alcuni contenuti cosmetici di Apex Legends arrivano a costare più o meno una ventina di euro? Perché produrre tutti questi elementi per il gioco costa: costa tempo a persone che vanno pagate per il loro tempo.

Respawn ai giocatori “Creare contenuti per Apex Legends costa"
Respawn ai giocatori “Creare contenuti per Apex Legends costa” (foto: Respawn)

Questa in buona sostanza la risposta che Respawn ha dato a chi, durante un recente reddit AMA, chiedeva la motivazione dietro alcuni prezzi non in linea con quello che il pubblico di giocatori sentiva appropriato. Appropriato nel mondo di chi vuole giocare gratis.

Apex Legends è uno sparatutto gratuito. Significa che in qualunque momento posso scegliere la piattaforma di gioco che preferisco, cliccare sul gioco, scaricarlo, installarlo e cominciare a giocare senza aver sborsato neanche un euro. Si tratta di un modello che funziona molto bene, per esempio, con i giochi in ambiente mobile.

Ma quando devi creare un universo che giri su console è chiaro che, per quanto anche lo sviluppo sul mobile possa essere lungo e complicato, ci vuole tanto tempo da parte di tante persone. E se non fai pagare il gioco, da qualche parte questi soldi devono uscire, proprio come per i giochi free to play mobile. Anche perché gli sviluppatori non lavorano gratia ed amore Dei.

Leggi anche -> Smartwatch di Cyberpunk 2077, ottimo per aspettare che CDPR ripari il gioco

Apex Legends e l’equivoco del free to play

Respawn ai giocatori “Creare contenuti per Apex Legends costa"
Respawn ai giocatori “Creare contenuti per Apex Legends costa” (foto: Respawn)

Tutti vogliono un gioco bellissimo, con tantissimi contenuti, con cui giocare per tantissimo tempo e pagarlo pochissimo. Quindi se da una parte a più di qualche giocatore può sembrare un’eresia alzare i prezzi dei giochi, è anche vero che gli sviluppatori non sono delle entità astratte che campano d’aria. Alla fine della fiera, gli studi di sviluppo sono business esattamente come qualunque altro produttore di oggetti. Essendo però oggetti artistici o di intrattenimento, e non avendo qualcosa di materiale come per esempio può essere un disco, è difficile per i giocatori convincersi che produrre un videogioco complesso come Apex Legends possa effettivamente costare soldi.

Per questo motivo il reddit ama di Respawn di qualche giorno fa è da questo punto di vista decisamente illuminante.

Senza nascondersi dietro una foglia di fico, il team ha deciso di rispondere a quanti chiedevano il motivo per cui gli elementi cosmetici presenti nello Shop del gioco arrivino a costare anche €20 l’uno. Apprezziamo innanzitutto il fatto che il team si sia preso questa patata bollente tra le mani e abbia deciso di rispondere. Non è una cosa che di solito i team di sviluppo fanno perché la questione soldi è sempre delicatissima.

E la risposta data da Ryan K Ringey è logica e ribadisce come la creazione di contenuti di intrattenimento artistici richieda tempo e vada remunerata: “Per quanto le persone credano che possiamo pubblicare oggetti cosmetici facilmente perché pubblichiamo i contenuti per le competition con un ritmo molto sostenuto, il nostro team è molto più piccolo e passa molto più tempo sulle Skin”, così hanno voluto introdurre la questione che poi è stata chiarita in poche battute: “la parte dell’equazione che le persone non capiscono è l’aspetto delle spese relativo alle persone che lavorano per noi su queste cose e il fatto che non possiamo lavorare 24 ore al giorno 7 giorni su 7.”

Se, infatti, si pubblicano contenuti a raffica, i giocatori possono cominciare a pensare che questi contenuti nascano spontaneamente come il muschio sugli alberi. In realtà, però, come prosegue la spiegazione del motivo per cui gli oggetti cosmetici di Apex Legends costano quello che costano, non si tiene conto del fatto che ognuno di quei singoli elementi è passato per diverse fasi di concept, ideazione, creazione, e che quindi tutti i creativi e i tecnici coinvolti hanno passato del tempo per progettare e pubblicare quei contenuti. Tempo che va pagato.

In più, la volontà del team di sviluppo è quella di tenere in giro Apex Legends per molto tempo: “Ma non possiamo farlo a meno che, alla fine della fiera, non siamo un business in salute”. Essere un business in salute significa avere abbastanza soldi per poter pagare tutte le spese e remunerare con uno stipendio adeguato tutti quelli che lavorano nel team.

Dopo questa spiegazione, che di nuovo a noi sembra logica e circostanziata, su reddit c’era ancora qualcuno che non era soddisfatto e che ha attaccato il team per aver fornito una “non risposta”. Probabilmente questi giocatori scontenti sarebbero stati soddisfatti soltanto se il team si fosse scusato dei prezzi e avessi annunciato di voler regalare roba a tutti. Cosa che, di nuovo, non è proprio possibile.

I videogiochi sono un prodotto della creatività umana, ma sono anche il mezzo con cui molte persone pagano le bollette e arrivano alla pensione. I videogiochi sono lavoro.

Leggi anche -> Come prepararsi a Loki, in arrivo su Disney+ – VIDEO

LINK UTILI

Respawn ai giocatori “Creare contenuti per Apex Legends costa"
Respawn ai giocatori “Creare contenuti per Apex Legends costa” (foto: Respawn)