Respawn lavora ufficialmente ad Apex Legends Mobile: non sarà un porting

Apex Legends sta diventando uno dei fenomeni del momento nel settore ammucchiate videoludiche in cui ci si fa saltare per aria e Respawn ha deciso di portare il suo titolo di punta anche sugli smartphone del mondo con una versione mobile.

Respawn lavora ufficialmente ad Apex Legends Mobile: non sarà un porting
Respawn lavora ufficialmente ad Apex Legends Mobile: non sarà un porting (Foto: EA)

Ma se pensate di poter fare una cosa tipo Nintendo Switch e giocare prima sul cellulare poi sulla console, vi fermiamo subito: quella in sviluppo è una versione solo ed esclusivamente per dispositivi mobili senza crossplay con PC e console.

E sarà un titolo free-to-play e senza oggetti da comprare ma con un suo sistema di battle pass, oggetti cosmetici da raccogliere e altre amenità da sbloccare lavorando nel gioco. E Respawn tiene talmente tanto al suo Apex Legends Mobile da avergli destinato un team apposito perchè il gioco possa essere sviluppato come si deve.

Leggi anche –> La skin di Roze su COD Warzone sta per essere modificata

Apex Legends Mobile: quando comincia la beta?

Respawn lavora ufficialmente ad Apex Legends Mobile: non sarà un porting
Respawn lavora ufficialmente ad Apex Legends Mobile: non sarà un porting (Foto: EA)

Lo sviluppo di Apex Legends Mobile è a un buon punto se Respawn ha già organizzato una prima beta per fare test di gioco. Ma non si tratterà di una beta aperta, il team ha deciso di far giocare il suo nuovo titolo mobile a qualche migliaia di fortunati nelle Filippine e in India. Con passi successivi, fanno sapere, la beta si allargherà ad altre regioni. I primi test parono a fine aprile e saranno, all’inizio, solo su dispositivi Android ma la promessa di uno sviluppo anche per iOS.

Quindi, mentre i giocatori su PC e console aspettano che arrivi la nuova Season con ricche citazioni da Titanfall, il mondo del mobile si prepara ad accogliere la versione mobile che, stando anche alle dichiarazioni di Chad Grenier, Game Director, sarà davvero un’esperienza a sè stante. A questo punto viene quasi da pensare che l’unico legame con la versione per console sarà il nome.

Scherzi a parte, è lodevole vedere uno studio che non si siede sugli allori e fa un semplice porting per aumentare la fanbase ma si cimenta in un titolo pensato proprio per il mobile e per i comandi che su uno schermo touch è possibile inserire senza che le dita coprano tutto lo schermo, e succede, non diteci che non vi è mai capitato!

Leggi anche –> Nintendo fa causa a Bowser: i dettagli del processo per pirateria

Comunque, al momento non ci sono video di presentazione ma magari vi gusta comunque un trailer del “fratello grande”. E intanto tenete in carica il cell.

LINK UTILI