Square Enix, lavorare da casa può diventare permanente

Mai come in questi periodi ci sono state sempre più persone che lavorano da casa. È successo anche per Square Enix, ma potrebbe essere permanente 

Purtroppo a causa della pandemia data dal recente coronavirus, molti dipendenti e lavoratori in generale si sono ritrovati a lavorare da casa. Alcuni con estrema facilità, altri meno, si sono riusciti ad adattare piano piano come ad esempio Square Enix. Anche il settore videoludico ha subito una scossa non indifferente.

Tuttavia la soluzione dello smart working, in alcuni casi, ha offerto un’ulteriore possibilità. Sembra strano dirlo, ma è proprio l’editore giapponese che ha deciso di poter dare la possibilità permanente di lavorare direttamente da casa. La prima motivazione è, ovviamente, quella di continuare a sviluppare la produzione di titoli anche se da remoto.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Tomb Raider Reloaded, Square Enix pubblica su App Store – VIDEO

Square Enix, lo smart working può essere la risposta

Square Enix
Square Enix smart working (pixabay)

Proprio per la necessità di rispettare i piani di uscita dei titoli previsti, o quelli già in corsa prima della pandemia, molti studi di sviluppo si sono organizzati di conseguenza. Come? permettendo agli sviluppatori di lavorare da casa con dispositivi appositi per poter raggiungere tale obiettivo. Molti di questi hanno deciso di mantenere tale impostazione di lavoro e continuare la tipologia di sviluppo e progettazione.

Non solo come misura anti-covid, ma anche per essere identificata come una vera e propria mossa aziendale. Pertanto, dal primo di dicembre, i dipendenti possono scegliere la propria postazione di lavoro. Nello specifico se lavorare o meno da casa. Lo scopo è duplice, in prima battuta per dare la possibilità di un lavoro flessibile mentre in secondo luogo per un equilibrio tra vita privata e lavoro. Nonostante alcune pratiche e parti progettuali devono necessariamente essere portati a temine in azienda, lo standard del prossimo periodo prevede un totale dell’80% esclusivamente da remoto.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Cyberpunk 2077, parodia per adulti sul web prima ancora dell’uscita