Steam Deck, giocatori chiedono una modifica appena dopo il lancio

Sappiamo tutti che niente ormai esce più di fabbrica nella sua condizione migliore e Steam Deck non fa eccezione. La nuova console firmata Valve è però probabilmente riuscita a battere tutti i record di funzioni richieste nel giro delle prime 24 ore dall’uscita.

E la funzione più richiesta non immaginereste mai qual è. A quanto pare infatti ai giocatori della nuova console va tutto abbastanza bene ma ci sono tre funzioni che si stanno rapidamente posizionando in cima alla lista di ciò che ai giocatori manca di più. E la feature più gettonata a quanto pare riguarda non una funzione di gioco ma la tastiera.

Steam Deck, giocatori chiedono una modifica appena dopo il lancio
Steam Deck, giocatori chiedono una modifica appena dopo il lancio (foto: youtube)

In generale le richieste, a parte quella molto strana riguardo la tastiera di cui parleremo, chiedono una introduzione su Steam Deck di funzioni che si trovano in realtà o si sono trovate in altri prodotti di Valve come per esempio Steam Link o il glorioso Steam Controller.

Steam Deck, i giocatori rivogliono la vecchia tastiera

La funzione al momento più richiesta nel forum dedicato è lo “split trackpad typing“. Tra i primi a pubblicare la richiesta è stato un utente, StarLogical, che ricorda come lo Steam Controller avesse un modo unico per lavorare con la tastiera che permetteva di usare sia il trackpad sia i grilletti per scrivere. E da lì si sono ammonticchiati almeno altri dieci commenti tutti sulla stessa linea. In particolare perché, come nota un altro utente, Steam Deck è da considerarsi come un piccolo PC portatile e non una console e quindi ci si aspetterebbe un sistema per scrivere o di utilizzare la tastiera un po’ più rifinito.

Steam Deck, giocatori chiedono una modifica appena dopo il lancio
Steam Deck, giocatori chiedono una modifica appena dopo il lancio (foto: youtube)

In realtà, a pensarci bene , probabilmente le alte aspettative riguardo Steam Deck derivano proprio dal fatto che il il prodotto è stato commercializzato non come console portatile ma come PC. O meglio, come un ibrido tra le due realtà che però chiaramente pende verso la libertà dei PC. Ma le richieste interessanti non finiscono qui.

Ce n’è una che potrebbe effettivamente essere molto utile, insieme gli aggiustamenti alla tastiera: la possibilità di decidere e regolare la potenza di calcolo della console anche in base al gioco che si sta giocando. Giochi più semplici, infatti, richiedono una potenza di calcolo inferiore ma se Steam Deck lavora sempre al massimo consuma comunque batteria sia che stia cercando di darvi il rendering di un ambiente in 3D realistico si sa che cerchi di mostrarvi quattro cubetti stilizzati. Quello che risulta dalle richieste è comunque che la console non sembra soffrire di bug enormi. Ma sicuramente per quello ci sarà tempo.