90% degli under 25 è coinvolto nel mondo dei videogiochi: lo studio

Gli under 25 hanno una vera passione per il mondo dei videogiochi. E, uno studio, ha dimostrato come siano strettamente correlati tra di loro 

Con il passare degli anni, i videogiochi sono diventati una parte importante dell’Industria dell’intrattenimento. È questo un dato certo in quanto, il mondo videoludico, appartiene ormai alla quotidianità di un gran numero di persone.

90% degli under 25 è coinvolto nel mondo dei videogiochi
90% degli under 25 è coinvolto nel mondo dei videogiochi (fonte pexels)

Una situazione che è stata anche oggetto di studio e, in cui, si è riuscito a dimostrare che circa il 90% di tutti quei ragazzi che fanno parte della famosa Generazione X e Alpha stanno portando avanti un’esistenza in cui non mancano proprio i videogiochi. Tra i vari bonus, avete letto che c’è anche quello per i videogiochi?

Gli under 25 e il mondo dei videogiochi, perfettamente a braccetto

Addirittura, Epic Games ha deciso di aprire a Steam. Si tratta di un report in cui sono stati analizzati 36 mercati diversi e in cui si è addirittura scoperto che il gaming è riuscito a raggiungere una percentuale del 79% di interessati in tutto il mondo. Una ricerca portata avanti da Newzoo ha permesso di scoprire che, negli anni, i videogiochi sono riusciti ad evolversi al punto da trasformarsi in un qualcosa che può essere utilizzato in modo semplice e veloce anche tramite i social. Infatti, stiamo parlando del 28% della popolazione presente sul web, che mostra interesse ai vari giochi dopo aver preso visione di alcuni contenuti, seguito dei podcast o partecipato ad alcune comunità online.

90% degli under 25 è coinvolto nel mondo dei videogiochi
90% degli under 25 è coinvolto nel mondo dei videogiochi (fonte pexels)

Nell’epoca della digitalizzazione i giochi si sono trasformati in un vero e proprio catalizzatore utilizzato nel mondo dell’interazione sociale. Non mancano però quelle persone che scelgono di trascorrere alcune ore soltanto per staccare la spina, mentre per altri è diventata una vera e propria forma di comunicazione. L’ultimo dato che è emerso da questa ricerca è che, il 44% di coloro che non sono interessati in modo diretto ai giochi, hanno delle conoscenze con persone che hanno fatto del mondo videoludico una vera e propria missione di vita.

In poche parole, la fetta di popolazione che non è interessata al mondo dei videogiochi, diventa sempre più piccola. Con il passare degli anni, tale soglia si riduce sempre di più, in quanto si tratta di un qualcosa che sta conquistando proprio tutti.