Vendite Nintendo Switch, dati preoccupano i dirigenti

A quanto pare gli investitori Nintendo dovranno fare i conti con gli stessi problemi degli altri colossi: la Nintendo Switch potrebbe risentire della crisi.

Vendite Nintendo Switch, dati preoccupano i dirigenti
Vendite Nintendo Switch, dati preoccupano i dirigenti (foto: Alvaro Reyes Unsplash)

Continuano infatti, e per alcuni analisti continueranno ancora per molto molto tempo, i problemi legati alla crisi di approvvigionamento per i semiconduttori che sono i pezzi più importanti di tutte le console ad oggi in circolazione nonché di smartphone, tablet, computer di ogni foggia e colore e qualunque altra cosa tecnologicamente avanzata vi venga in mente.

La segnalazione di quella che potrebbe essere la prima vera grande battuta di arresto per Nintendo e in particolare per Nintendo Switch arriva da Twitter dove il famoso analista Daniel Ahmad si è concentrato su un report Nikkei dove viene indicata una produzione al ribasso per quello che riguarda proprio la consolle della grande N.

Nintendo switch, meno 20% di pezzi prodotti

Vendite Nintendo Switch, dati preoccupano i dirigenti
Vendite Nintendo Switch, dati preoccupano i dirigenti (foto: Ehimetalur Akher Unsplash )

Stando al report la produzione della Nintendo Switch per l’anno fiscale in corso vedrà una riduzione del numero di pezzi pari al 20%. Stiamo comunque parlando di numeri importanti dato che si parla di 24 milioni di pezzi prodotti ma, dati i numeri che Nintendo Switch fa ogni anno con ogni sua versione, un 20% in meno è comunque un numero da tenere sotto controllo.

La crisi dell’approvvigionamento dei semiconduttori, quindi, che sembrava aver risparmiato miracolosamente Nintendo colpirà invece anche la società giapponese che dovrà ora fare i conti, probabilmente per la prima volta nella sua storia recente, con incassi più bassi rispetto a quanto è abituata.

Nintendo si trova adesso nella stessa situazione in cui da diversi mesi Sony e Microsoft si stanno ritrovando, una situazione che ha provocato problemi nell’accontentare la richiesta per le console di nuova generazione. Tra l’altro, ci sono alcuni analisti che temono la situazione con i semiconduttori potrebbe andare avanti ben oltre il 2022.

Leggi anche -> Cyberpunk 2077 continua a rimandare contenuti importanti al 2022

Leggi anche -> Tiktoker amato dai videogiocatori accusato di duplice omicidio

Quella che si è venuta a creare, infatti, è una carenza che rischia di diventare cronica e di portare ad una cascata di aumenti di prezzi per ciò che si riuscirà a produrre. Se pensate che persino Apple ha dovuto tagliare le stime di produzione del nuovo iPhone 13 potete ben immaginare quanto sia diffuso il problema legato all’approvvigionamento dei semiconduttori.