Steve Jobs e Steve Wozniak fondano la Apple, accadde oggi 1 aprile 1976

Accadde oggi, 1 aprile 1976. I giovanissimi e anarchici Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne fondano la Apple Computer.

Steve Jobs e Steve Wozniak
Steve Jobs e Steve Wozniak fondano Apple (screenshot)

Proprio oggi, il 1 aprile, il giorno in cui si scherza con il famoso “pesce d’aprile”. Ma nessuno stava scherzando in quella stanza quando, nel 1976, tre lungimiranti e geniali ragazzi decisero di dare inizio alla rivoluzione di cui ancora oggi parliamo. Tutto iniziò co una nuova tecnologia, come sempre. La famosa MOS Technologies aveva da poco commercializzato un nuovo processore, al modico prezzo di 25 dollari. Il giovane Steve Wozniak cominciò a pensare ad una macchina, un calcolatore, che potesse montarlo. Durante una presentazione al Homebrew Computer Club, tra coloro che ascoltavano, c’era Steve Jobs, che convinse Wozniak a creare la macchina che sognava. Si misero in società e crearono attraverso linguaggio BASIC i primi Apple I. Ne vendettero subito 50 esemplari per 25mila dollari in totale. Da quel momento iniziò l’ascesa per il marchio, con Ronald Wayne che comprò delle azioni e divenne socio degli altri due. Il 1 aprile 1976 era nata la Apple Computer Inc.

LEGGI ANCHE —> Aumenta la bolletta dell’elettricità, videogiocare costerà di più: i dati

Accadde oggi 1 aprile 1976, Steve Jobs crea Apple

Da quel momento sappiamo tutti quello che è accaduto. La Apple ha completamente modificato la storia del mondo e della tecnologia. Il primo PC, il primo iPod, il primo smartphone. Immaginate cosa sarebbe il mondo se i folli di Cupertino non avessero deciso di cambiare le cose. Probabilmente non avremmo videogiochi per il computer o per smartphone, e probabilmente non avremmo questa accessibilità e usabilità delle tecnologie che oggigiorno diamo per scontate. Sono passati 45 anni dal primo PC, con una RAM da appena 8KB e scocca in legno di acacia. Oggi abbiamo frigoriferi più potenti, anche grazie a Steve Jobs e Steve Wozniak, che credettero nei loro sogni e nella loro voglia di rivoluzionare il mondo. Purtroppo il genio con gli occhiali e i maglioni a collo alto non è tra noi per festeggiarlo, ma c’è un pezzetto di lui ogni volta che accendiamo qualcosa. Che sia per chiamare un amico o per videogiocare.

Leggi anche -> Tesla, Car and Driver blasta la modalità Full Self Driving: pericolosa

 

LINK UTILI

La console Sony (fonte: YouTube).