Pesante accusa contro Nintendo: “Distrugge la storia dei videogiochi”

Una nuova e pesante accusa sta incombendo sulla reputazione di Nintendo, definendo la società nociva e distruttiva verso la storia dei videogiochi.

La Nintendo è forse la casa videoludica più longeva e importante della storia, nata nel lontanissimo 1889 come azienda specializzata in produzione e distribuzione di carte da gioco. Nintendo si è poi pian piano evoluta in quella che conosciamo oggi, dando nel tempo un enorme contributo a costruire quella che oggi è la storia dei videogiochi. Infatti la famosa azienda giapponese è la casa di alcuni dei franchise più conosciuti e amati del mondo, come ad esempio: Super Mario, Pokemon, The Legend of Zelda e molti, molti altri!

nintendo
Chi si ricorda questa pietra miliare? (Fonte: Foto di Tomasz Filipek da Pexels)

La questione che però è nata negli ultimi giorni potrebbe cambiare per sempre l’immagine di questa azienda. Visto che starebbe per cancellare definitivamente, buona parte della storia dei videogiochi.

Nintendo: la storia dei videogiochi rischia di sparire

La Nintendo è al centro delle ultime polemiche in campo videoludico, ricevendo moltissime critiche per una particolare decisione che potrebbe chiudere uno dei capitoli più importanti per i videogiocatori. La grande N sta attraversando uno dei suoi periodi migliori grazie alla Nintendo Switch, la console è infatti in vetta alla classifica delle più vendute già da alcuni anni.

Leggi Anche -> Halo Infinite, aggiornamento in arrivo: batosta per i giocatori

nintendo
Il logo della tanto amata casa videoludica di Tokyo. (Fonte: nintendo.com)

Questa volta però la decisione di Nintendo non è semplicemente incomprensibile, ma per alcuni è totalmente ingiustificabile. Infatti la Nintendo ha deciso di voler chiudere definitivamente l’accesso al E-Shop del 3Ds e della Wii U. La cosa che però ha sconvolto tutti, è il fatto che la Nintendo non vuole assolutamente che i titoli presenti nello store siano scaricabili o giocabili in alcun modo. Questa scelta rende impossibile per i giocatori riuscire a recuperare i propri amati titoli.

Questo avvenimento non è sfuggito alla Video Game History Foundation, che ha subito dichiarato tramite un post su Twitter il proprio dissenso. Schierandosi apertamente con chi vorrebbe almeno poter emulare i titoli in maniera legale. Questa fondazione è nata proprio per preservare i titoli che rischiano di sparire, lasciando ai giocatori solo la nostalgia di giochi che non potranno più vivere.

Leggi Anche -> Videogioco in cui si vendono funghi riscuote successo mondiale

Al momento non sappiamo cosa la Nintendo ha realmente intenzione di fare, se ha deciso di cancellare questi titoli, o di preservarli e renderli disponibili sulla Switch. Una cosa però è certa, se la grande N deciderà di far sparire nel nulla questi giochi, sarà la fine per una grande fetta della storia dei videogiochi.