Assurdo progetto europeo: ora i dati andranno dritti nello spazio dentro un data center

Al via lo studio di un progetto di spostamento dei data center più inquinanti nello spazio, con l’obiettivo di renderli ad impatto zero e migliorare le condizioni di salute dell’ecosistema terrestre. Il progetto della Commissione Europea, battezzato Ascend, é stato affidato a Thales Alenia Space. Scopriamo tutti i dettagli. 

Ascend VideoGiochi.com 16 Novembre 2022
Fonte: thalesgroup.com – VideoGiochi.com

Si chiama Ascend, acronimo di Advanced Space Cloud for European Net zero emission and Data sovereignty. Si tratta di un progetto della Commissione Europea che punta a stabilire se sussistano le condizioni per allocare i data center più inquinanti, sparsi sulla Terra, nello spazio, in modo da non impattare la salubrità del nostro Pianeta.

Ed é un impatto particolarmente significativo: i data center attenzionati hanno dimensioni equiparabili a città di piccole e medie dimensioni, processano volumi di dati che risultano difficili anche solo da immaginare e sono tra gli ambienti artificiali più energivori che gli esseri umani abbiano mai costruito, sia in fase di loro costruzione sia – soprattutto – in fase di mantenimento.

Perché non allontanarli dalla Terra, dunque? Allocandoli in orbita nello spazio, dal quale ricavare, inoltre, l’energia necessaria a mantenerli a regime? Per poi trasmettere i dati dalla e verso la Terra attraverso Internet, con connessioni ad altissime velocità, basate su comunicazioni ottiche. Questo l’interrogativo che la Commissione Europea ha avanzato alla società francese Thales Alenia Space, a cui ha commissionato lo studio.

La cordata di società a cui la Commissione Europea ha affidato lo studio di fattibilità

Progetto Ascend VideoGiochi.com 16 Novembre 2022
Il Pianeta Terra visto dallo spazio – VideoGiochi.com

Thales Alenia Space avrà il compito di dirigere un consorzio di aziende, nove in totale, che, organizzate in base a quattro macro-aree di pertinenza, approfondiranno specifici aspetti relativi alla fattibilità del progetto Ascend. 

I quattro ambiti saranno ambiente, cloud computing, veicoli di lancio e sistemi orbitali e le aziende coinvolte per ciascuno di essi sono rispettivamente Carbone 4 e VITO per l’ambiente; Orange, CloudFerro e Hewlett Packard Enterprise Belgium per il cloud; ArianeGroup per il lancio; ed il centro aerospaziale tedesco DLR insieme ad Airbus Defence and Space ed a Thales Alenia Space per gli studi sui sistemi orbitali.

L’ambizione principale del progetto é di contribuire significativamente a raggiungere il traguardo fissato tramite la legge sul clima introdotta lo scorso anno dall’Unione Europea,  per trasformare l’impegno politico del Green Deal per la neutralità climatica entro il 2050 in obbligo vincolante ed abbattere le emissioni di carbonio sul Pianeta Terra. Il progetto Ascend, che ha ricevuto un contributo UE pari a 1.253.892,50 Euro, é ora in fase di definizione e si attendono ulteriori dettagli da parte della Commissione Europea circa il suo effettivo avvio.