quantum break

I creatori di Quantum Break si dedicano ai giochi multiplayer

Dopo una serie di titoli incentrati fortemente sul single player, come Quantum Break, ora Remedy ha confermato di essere al lavoro su giochi multiplayer.

"Vogliamo metterci alla prova per trovare modi ti espandere questi elementi per includere il multiplayer cooperativo", ha dichiarato un esponente dello studio recentemente. "Vogliamo sempre dare il miglior modo di raccontare storie possibile, e vogliamo che queste storie siano condivise ed elevate attraverso la cooperazione tra giocatori".

Qualche mese fa avevamo scoperto che lo studio è attualmente a lavoro su due progetti, adesso arrivano nuove informazioni in merito e non solo. I finali aperti di Alan Wake e Quantum Break sono una questione ancora rilevante.

Una parte dello studio sta lavorando con Smilegate alla modalità storia di CrossFire 2, l’altra a un progetto segreto che non dovrebbe essere Alan Wake 2: “L’altro team sta lavorando su qualcosa che è ancora nelle prime fasi di sviluppo. Stiamo lavorando all’idea” ha affermato Thomas Puha, capo comunicazioni di Remedy.

Oltre a ciò non ha rivelato altro ma ha parlato dei finali di Alan Wake e Quantum Break:

"Sam Lake ha sottolineato i problemi che avemmo dopo il primo Max Payne, quando tutti erano stati uccisi. Al momento di dover fare un seguito non sapevamo da dove iniziare. Quando Alan Wake e Quantum Break sono stati sviluppati abbiamo pensato molto alla possibilità di lasciare aperti i finali per avere l’opportunità di fare dei nuovi giochi”.

Non ci resta che aspettare altre comunicazioni ufficiali, per ora.

 

Leave a reply