DLC di Cyberpunk 2077 rinviati? Il sito cambia la descrizione

DLC di Cyberpunk 2077 rinviati, potrebbe essere questa l’ultima decisione presa da CDPR in questo momento.

Cyberpunk 2077 sta continuando a far nascere polemiche tra i videogiocatori e gli addetti ai lavori ormai a oltre un mese dal suo rilascio ufficiale. Questo perché quello che doveva essere il gioco del 2020 non solo non lo è stato, ma potrebbe anche non essere il gioco del 2021. Perché la compagnia polacca ha lanciato un prodotto che è pieno zeppo di bug e di imperfezioni che fanno soffrire l’utente, rendendo la sua esperienza nel mondo di gioco deleteria e noiosa. Tra missione che si buggano, NPC che fanno cose strane, glitch grafici e continui crash, la situazione è disastrosa. Soltanto le versioni per PC di alta fascia e per Google Stadia si salvano, ma parliamo di una porzione di videogiocatori troppo piccola per poter essere accettabile. Soprattutto perché ci era stata promessa un’esperienza buona anche su PS4 e Xbox One. Ora però il caos è relativo ad un possibile rinvio dei DLC.

Leggi anche –> Resident Evil Village new entry, “Vampire Lady” in tutta la sua presenza

DLC di Cyberpunk 2077 rinviati? Il sito cambia la descrizione

Come CDPR ha annunciato nei giorni scorsi, il piano era molto chiaro. Infatti, come era stato detto dallo stesso Marcin Iwinski, co-fondatore di CDPR, all’inizio la roadmap prevedeva di  lanciare i DLC gratis ad inizio anno. Poi è stato deciso di procedere prima con delle hotfix e delle patch, quindi rilasciare i DLC gratis in un secondo momento.

Leggi anche –> COD Black Ops Cold War, come giocare a Frenesia su Zombies

I problemi però potrebbero essere diventati più grossi, perché sul sito ufficiale di Cyberpunk 2077 c’è stato un cambio nella dicitura. Si è passati infatti da “DLC gratis nella prima parte del 2021” a “DLC gratis nei prossimi mesi”. Si teme quindi che il tutto possa essere spostato all’estate. Un modo per dare finalmente più tempo agli sviluppatori per correggere il titolo, ma ancora una volta la risposta dell’utenza non sarà certamente incredibilmente positiva.