EA non vuole essere comprata anzi, sta comprando altri studi

Il colosso canadese EA non pare essere al momento sul mercato, anzi, sta consolidando il proprio dominio in ogni modo possibile.

Ormai viviamo un momento storico per l’industria del gaming che è molto particolare, e che può essere in qualche modo sintetizzato come “corsa all’acquisizione”. Infatti i principali player che esistono al mondo, ovvero Xbox e Playstation, si stanno scontrando, a distanza, alla ricerca di un predominio che mai come in questo momento storico pare possa passare dall’inglobamento di quante più IP possibili. In tal senso Xbox ha piazzato due colpi da gigante: il colosso ZeniMax, e ora il titano Activision-Blizzard, che porta una fetta enorme del mercato sotto il controllo e la gestione dell’azienda americana.

EA non vuole essere comprata anzi, sta comprando altri studi
EA non vuole essere comprata anzi, sta comprando altri studi

Per ora Playstation, che non vuole e non può permettersi questo tipo di operazioni di tale portata, ha comunque portato nella propria scuderia l’ex Xbox Bungie, assicurandosi così Destiny e tanto know-how per FPS di nuova generazione.

Uno dei nomi che più spesso vengono fatti dai videogiocatori e dagli addetti ai lavori per quanto concerne possibili nuovi acquisti sono tre: Take-Two, che però è davvero enorme, Ubisoft e EA. Proprio l’azienda che produce FIFA ha messo in chiaro le cose sul proprio futuro. Come gli sviluppatori di Daying Light 2 con i giocatori.

Il futuro di EA è restare indipendente

Non è certamente un ottimo periodo per EA, che sebbene continui a fare successo con l’ennesimo capitolo di FIFA, non riesce proprio in tutto, anzi. Si pensi al flop che è stato Battlefield 2042, e ai tanti flop che si sono susseguiti in questi anni, con nuovi progetti volti proprio a ricostruire vecchie IP. Ad esempio quanto accaduto con Mass Effect Andromeda. Ed è per questo che aspettiamo il nuovo. 

FIFA 22 logo
FIFA 22 logo

Leggi anche -> Anche Xbox voleva Bungie, ecco come Playstation ha battuto tutti

In tanti sperano e vorrebbero che EA possa finire nelle mani di Xbox o Playstation, ma pare che non sarà affatto così. In una riunione il Direttore Finanziario della compagnia, Blake Jorgensen, ha affermato che: “Stiamo sempre cercando di trovare il modo di far crescere il portafoglio anno dopo anno con nuovi titoli, nuove IP e nuove acquisizioni”. E per il momento: “Siamo in modalità digest, ma non significa che non continueremo a guardare tutto  e fare acquisizioni in futuro”.

Leggi anche -> Nuovo videogioco di The Witcher in arrivo, ecco Projekt Nekker

Insomma, EA sta lavorando per ripristinare vecchie IP gloriose, trovare progetti a lungo termini per Codemaster e Glu Mobile, appena acquistati per 3 miliardi di dollari, e aumentare la propria influenza. Difficilmente la vedremo nel portafoglio di Playstation o di Xbox.