El Paso, elsewhere: il successore spirituale di Max Payne – VIDEO

Durante l’evento di Guerrillia Collective è stato mostrato un trailer per El Paso, elsewhere che il suo sviluppatore, Strange Scaffold, ha definito il successore spirituale di Max Payne.

El Paso, elsewhere: il successore spirituale di Max Payne - VIDEO
El Paso, elsewhere: il successore spirituale di Max Payne – VIDEO (foto: youtube)

Al centro del gioco c’è un motel come tanti, come tanti di quelli che si vedono nei film con elementi soprannaturali. Il protagonista si ritrova a dover dare la caccia a lupi mannari, angeli caduti e altre creature dannate con uno stile che ricorda i film action degli ultimi anni: con tanto slow motion. Quello che pone invece una certa distanza tra El Paso, elsewhere e gli altri titoli che apparentemente gli somigliano è la premessa.

Il nocciolo della questione è, infatti, un rapporto fatto di abusi tra il protagonista e Dracula che porta il primo a volersi vendicare salvando quanti più ostaggi possibili rinchiusi nei meandri del motel maledetto. Il tutto condito da un’ambientazione da film noir.

El Paso, elsewhere: Die Hard soprannaturale

El Paso, elsewhere: il successore spirituale di Max Payne - VIDEO
El Paso, elsewhere: il successore spirituale di Max Payne – VIDEO (foto: youtube)

In una recente intervista, Xalavier Nelson Jr, l’uomo dietro Strange Scaffold, ha così spiegato quello che dobbiamo aspettarci dal suo ultimo lavoro: “Si tratta di un’allegoria, certo: non ci sono molte persone nel mondo reale che sono effettivamente finite con l’innamorarsi di Dracula, il signore dei vampiri. Ma potrebbero sentire di averlo fatto, perché questo è quello che facciamo noi: tendiamo a trasformare quelli che vengono troppo vicino, che ci vedono troppo esposti e che ci fanno male come il cattivo. In un certo senso è un meccanismo di autodifesa”.

Questa citazione basta a capire che l’elemento soprannaturale in El Paso, elsewhere non è un semplice espediente per trasformare un gioco dentro un motel in qualcosa di più ma una scelta stilistica ponderata che permette a Nelson Jr di esplorare in realtà il tema delle relazioni tossiche che ci portano a reazioni inconsulte e violente, al limite dell’autodistruzione.

Nel trailer diffuso durante l’evento Guerrilla Collective, abbiamo una prima infarinata dell’atmosfera generale del gioco in cui il protagonista attacca e scappa a rallentatore da mostri di varia fattura. Lo stile ricorda molto quello dei vecchi Max Payne con una illuminazione cinematografica.

Al momento il titolo è previsto per il lancio l’anno prossimo su PC ma Nelson Jr lascia aperta la porta a possibili passaggi anche su console.

A fondo pagina trovate il trailer di questa interessante “lettera d’amore a Max Payne”.

Leggi anche –> Persona 5 Royal su Xbox, manca solo l’annuncio?

Leggi anche –> Playstation e Kojima ancora insieme in futuro: “Aiutiamo chi ha idee”

LINK UTILI