Apple fa una figuraccia in tribunale: tutto per colpa di Candy Crush

La guerra tra Apple ed Epic Games va avanti, ma questa volta l’azienda della mela fa uno scivolone non indifferente: tutto per colpa di Candy Crush.

Logo apple
Logo Apple (da Apple.com)

Si è trattato di un vero e proprio fail, del tutto inaspettato, considerata la pignoleria dimostrata da Apple durante la battaglia legale contro Epic Games.
Basti pensare a quando Apple ha accusato la sua avversaria di distribuire videogiochi pornografici – quando non era la Epic ad avere la responsabilità di tali contenuti; oppure quando la Apple si è risentita per la presenza di 25 giochi nella top 20 della Epic Games.
Insomma, quando ha dovuto attaccarsi alle piccolezza, la madre dell’iPhone non si è mai tirata indietro.

Ma questa volta è stata lei a farsi cogliere impreparata: la parte divertente è che potrebbe incolpare soltanto se stessa.

Leggi anche —> Nintendo Switch potenziata: il nuovo progetto Apple

La Apple e il fail di Candy Crush

Candy Crush
Candy Crush (da King.com)

L’azienda della mela voleva dimostrare come fosse possibile giocare ai videogame versione mobile anche su browser. Questo in risposta alle lamentele di Epic Games verso le applicazioni acquistabili dall’Apple Store: la Apple acquisisce ben il 30% degli introiti provenienti dalle app.

Ma non c’è nessun problema, spiega Apple, è possibile giocare anche attraverso una web app, senza dover sottostare alle regole dello shop.
A testimoniare il professor Lorin Hitt, dell’università Pennsylvania Wharton. Dopo aver studiato la questione con un team di esperti, ha deciso di portare in tribunale una dimostrazione pratica.
Eppure c’è stato un colpo di scena: nel tentativo di provare i giochi, il professore ha fallito. Della lista selezionata, solamente alcuni possedevano una versione web e, dei disponibili, nessuno ha dato cenni di voler funzionare. Tra questi Candy Crush si è rifiutato categoricamente di avviarsi, lasciando scendere l’imbarazzo generale nel tribunale.

Leggi anche —> Gli autori di Fortnite e di COD danno vita a Bit Time

LINK UTILI

La console Sony (foto: YouTube).