Il futuro delle titoli first party Microsoft non appare roseo, secondo un insider

Nei giorni scorsi Microsoft è finita al centro di un’accesa polemica in seguito alla cancellazione dello sviluppo di Scalebound, progetto supervisionato da Hideki Kamiya e in lavorazione presso Platinum Games fin dal 2013.

A breve arriverà Halo Wars 2, e per il futuro sono attesi anche Crackdown 3 e Sea of Thieves. L’improvvisa cancellazione di Scalebound, una delle esclusive più attese del 2017, ha però indebolito la line-up di Microsoft e deluso numerosi fan di Xbox One.

Tutte le speranze ora sono riposte nell’annuncio di un nuovo progetto, magari nel corso dell’E3 2017. Tuttavia, secondo il famoso insider shinobi602, non è prevista nessuna novità nell’immediato futuro. Eccetto i titoli sopra citati, e i futuri episodi delle serie simbolo di Microsoft (Forza, Halo, Gears) non c’è davvero nient’altro in cantiere.

“A meno che non abbiano un intero studio first party nascosto da qualche parte, non saprei davvero chi potrebbe essere al lavoro su una sorpresa. 343 sta lavorando ad Halo, è il loro pane quotidiano. The Coalition è su Gears, Turn 10 su Forza, Rare su Sea of Thieves e altri prototipi (che non sono nemmeno vicini ad essere mostrati), Lionhead se n’è andata…”.

Secondo le sue fonti, Microsoft non sta al momento discutendo di nuovi progetti first party. Ha anche aggiunto che Rare è sotto pressione, dal momento che Sea of Thevies sta richiedendo ingenti risorse economiche e non può permettersi di essere un fallimento.

La situazione, quindi, appare decisamente buia in casa Microsoft. Speriamo riesca a riconquistare la fiducia dei fan il più presto possibile, considerato che quest’anno sarà anche segnato dall’uscita della loro nuova console, Scorpio.

Fonte

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here