Halo Infinite chiede scusa ai videogiocatori: “Stiamo risolvendo”

Gli sviluppatori di Halo Infinite si sono ufficialmente scusati per quello che sta succedendo, o meglio che non sta succedendo, nel gioco di cui si stanno occupando. Un titolo purtroppo con problemi che spaziano da una progressione impossibile ai cheater molto aggressivi e che spadroneggiano senza un vero controllo.

A parlare è stato Brian Jarrard il quale ha prima cercato di chiarire le cose su Twitter e poi lo ha fatto su reddit dove il suo messaggio è rimbalzato subito dopo essere apparso sul social dell’uccellino azzurro. Su entrambe le piattaforme, c’è da registrare però come i giocatori comincino ad essere effettivamente stanchi di parole e promesse quando un gioco che aspettavano da tempo risulta non ancora ottimizzato dopo essere stato lanciato 5 mesi fa.

Halo Infinite chiede scusa ai videogiocatori: "Stiamo risolvendo"
Halo Infinite chiede scusa ai videogiocatori: “Stiamo risolvendo” (foto: 343 Industries)

Non si può dare completamente torto alla community, al netto delle solite richieste eccessive infatti le critiche ad Halo Infinite sono per la maggior parte corroborate dai fatti. Come per esempio ricorda un commento su Twitter, gli sviluppatori di 343 Industries con tutto il loro know-how non sono riusciti ancora a mettere un color wheel nel gioco.

Halo Infinite, tenete basse le aspettative

I commenti al tweet di Brian Jarrard riguardo gli aggiornamenti per Halo Infinite sono il segnale inequivocabile che i giocatori cominciano a non sopportare più il modo di comunicare da parte di questo developer molto poco chiaro cui si aggiunge una incomprensibile impossibilità a fare aggiornamenti necessari al titolo. Di sicuro l’utilizzo da parte di Jarrard della parola “dovrebbe” per indicare l’uscita di un post sul blog ufficiale non aiuta: come si fa, e se lo chiede più di qualche utente del social dell’uccellino azzurro, a non sapere neanche se un post sul blog ha una data precisa?

Halo Infinite chiede scusa ai videogiocatori: "Stiamo risolvendo"
Halo Infinite chiede scusa ai videogiocatori: “Stiamo risolvendo” (foto: 343 Industries)

Siamo quindi ancora purtroppo nelle nebbie. Ma almeno su reddit Jarrard sembra aprirsi un po’ di più e infatti scrive: “ di sicuro non siamo contenti del fatto che non riusciamo a realizzare le aspettative dei giocatori e della community, è una situazione difficile che porterà via al team tempo. Al momento ci stiamo concentrando sulla stagione 2 e avremo più cose da mostrare nelle prossime settimane. Nel frattempo stanno accadendo molte cose contemporaneamente tanta pianificazione della produzione, gestione delle risorse finanziarie, pianificazione, assunzione di personale, eccetera… il che davvero non permette di avere update dettagliati e regolari”. Ma purtroppo, come si rende anche conto Jarrard, forse i fan di Halo Infinite hanno veramente finito la pazienza.

E infatti i messaggi di risposta al suo commento suonano come campane a morto. C’è chi ricorda che 343 Industries aveva annunciato che il nuovo Halo sarebbe stato trattato come un game as a service che quindi avrebbe ricevuto update praticamente costanti. Un altro utente ricorda invece come il gioco abbia subito un ritardo di un anno per poi ritrovarsi con meno mappe di quante ce ne fossero in Halo 2. La situazione è insomma piuttosto critica e la nostra speranza, come giocatori e giocatrici prima che come giornalisti e giornaliste, è quella che finalmente il team di sviluppo trovi il proprio ritmo e riesca a riportare Halo Infinite a livello del franchise che dovrebbe rappresentare.