Ecco l’italiano Alaloth, Dark Souls diventa isometrico

Abbiamo tremato quando lo sviluppo dell’italianissimo Alaloth sembrava essersi arenato ma a quanto pare il team di sviluppo di Gamera Interactive ha superato tutti gli inciampi e ora sappiamo addirittura quando uscirà.

Spiegato in poche parole, il gioco prodott dai ragazzi di Gamera è a metà strada tra Dark Souls e Pillars of Eternity, con in più una visulae isometrica. Il mondo di Plamen ha l’aria promettente e tanti fan su Youtube hanno espresso soddisfazione per la fine di una attesa che dura davvero da diversi anni.

Ecco l'italiano Alaloth, Dark Souls diventa isometrico
Ecco l’italiano Alaloth, Dark Souls diventa isometrico (foto: Gamera interactive)

Perchè di Alaloth abbiamo cominciato a sentire parlare nel 2017 quando il suo team di sviluppo, ofrse un po’ troppo ottimista i nquella occasione, aveva annunciato che nel giro di un anno circa lo avremmo giocato. Poi ci fu un periodo di silenzio che lasciò pensare che il gioco fosse diventato vaporware. Ma ora tutto ha trovato il suo posto e il gioco è pronto per noi.

Gamera, Alaloth è pronto per i suoi giocatori

Il titolo completo del gioco è Alaloth: Champions of The Four Kingdoms. I quattro regni sono quello degli uomini, degli elfi, dei nani e degli orchi che sono le quattro razze giocabili in questo interessante mix tra i GDR tradizionali e i soulslike più carogna.

Ecco l'italiano Alaloth, Dark Souls diventa isometrico
Ecco l’italiano Alaloth, Dark Souls diventa isometrico (foto: GAmera Interactive)

Il team di sviluppo ha voluto condividere con tutti i fan su Steam gli aggiornamenti riguardo il gioco. E nell’ambito degli aggiornamenti, un po’ a sorpresa, è arrivato anche u ntrailer in cui viene annunciata la finestra di lancio ufficiale del gioco. Che è decisamente vicina. Il trailer, in cui è stato dato modo a tutti di vedere moltissimi ambienti di gioco diversi, è stato ovviamente pubblicato sul canale Youtube del team di sviluppo e ha raccolto già quasi 9mila visualizzazioni. Quello che però ci fa più piacere sono i commenti entusiasti dei fan che finalmente sanno che il gioco presente sulla loro wishlist da quasi 4 anni è pronto a uscire.

Il gioco ambientato nel magico mondo di Plamen è già diventato, tra l’altro, un multiverso con un fumetto  già disponibile e la cui covert art è stata affidata a Simone Di Meo, illustratore nominato per un Eisner Award mentre le pagine interne hanno lo stile inconfondibile di Alessandro Cappuccio, illustratore per Marvel.