Da oggi potete letteralmente camminare in Death Stranding

L’opera di Kojima più chiacchierata degli ultimi anni ha ancora tanto da raccontare! Ecco come godersi il mondo di gioco e reale in contemporanea.

Negli ultimi anni i titoli delle più grandi aziende videoludiche non sono molto propensi a sperimentare cercando di inserire funzionalità troppo particolari. La maggior parte dei videogiochi in commercio cerca di prendere ispirazione da altri titoli a livello di gameplay, non dovendo così fare troppi sforzi e rischiare che il prodotto non sia adatto ai giocatori. Infatti si cerca sempre più spesso di creare titoli accessibili a tutti utilizzando funzioni già ben presenti e rodate così da riuscire ad accontentare tutti.

death stranding
È più importante il viaggio o la destinazione? (Fonte: Steam)

In questo modo però non solo si rischia di far giocare agli utenti solo titoli simili creando ripetitività ma si va anche a perdere di originalità, visto che gli sviluppatori dovranno seguire standard già impostati da altri senza avere la possibilità di sperimentare delle nuove idee.

Death Stranding: camminare per 2 mondi contemporaneamente

Per chi non lo sapesse Death Stranding è un titolo sviluppato da Kojima Productions e Guerrilla Games, primo titolo sviluppato dallo studio di Hideo Kojima è divenuto noto per il suo genere così particolare e dibattuto ma da quando Norman Reedus ha annunciato Death Stranding 2 lo è ancora di più!

death stranding
A volte bisogna fermarsi ad osservare il panorama. (Fonte: Steam)

Infatti Death Stranding non è un gioco come tutti gli altri, infatti Kojima ha voluto sperimentare una nuova concezione di videogioco mettendo il giocatore in condizione di dubitare cosa stia realmente facendo mentre è immerso da incredibili panorami ed incertezze.

Kojima in questo è un vero maestro, infatti sin dai suoi primi videogiochi ha sempre messo elementi che si interfacciassero con il mondo reale, come ad esempio nella saga di Metal Gear.

Questa volta però qualcuno ha deciso di voler fare qualcosa di diverso ma che ha comunque lo stesso spirito: riuscire a camminare nel gioco e nella vita reale in contemporanea!

Infatti è da poco nata una nuova app di nome STEPL che può utilizzare le tue camminate per far muovere anche i personaggi nei videogiochi. Dopo averla scaricata sullo smartphone e avviata, quest’app monitorerà i passi dell’utilizzatore traducendoli in movimento in game. Al momento sono diversi i titoli in cui può essere utilizzata ma farlo in Death Stranding darà all’ambientazione e al viaggio un’importanza che in pochi si aspetterebbero! Inoltre sapevate che Star Field prende qualcosa anche da Death Stranding? Ecco le prove.