Nintendo batte Xbox al recente E3 2021

Anche quest’anno, nonostante la particolare modalità, l’E3  ha dato spettacolo e Nintendo ha battuto ai punti Xbox.

Successo Nintendo all’E3 2021 (foto: YouTube).

Nonostante la pandemia, l’E3 ha deciso di restare vicino ai giocatori offrendo un evento completamente digitale, che ha portato numerose novità su giochi già ben noti (Far Cry 6) e dettagli su altri di cui invece, fino al momento, si era parlato poco (come ad esempio Elden Ring e Starfield).

Grande assente Sony, che è pronta a rifarsi con un evento in proprio; a darsi “battaglia” rimaste quindi Nintendo e Xbox, con l’azienda nipponica che sembra averla spuntata contro i rivali americani.

Nintendo batte Xbox, conferenze più seguite

nintendo
Immagine per la conferenza all’evento (foto: YouTube).

Il Direct della casa di Mario si è rivelato essere l’evento più visto di tutto l’E3, con un picco di 3,1 milioni di spettatori; Xbox, nonostante la presenza di Bethesda, non è riuscita a tenere il passo, registrando un picco nettamente inferiore di 2,3 milioni di spettatori.

Eppure, le novità per Microsoft non sono mancate: dai dettagli su Starfield alle novità su Batterfield 2042 (gioco che ha suscitato maggiore interesse, anche a livello di spettatori, della conferenza Xbox), il materiale mostrato è stato sicuramente degno di nota.

Non abbastanza però evidentemente per battere la concorrenza Nintendo, che dal canto suo aveva da offrire l’annuncio della Nintendo Switch Pro (che poi non è arrivato, ma in molti se lo aspettavano) e il tanto atteso nuovo trailer di The Legend of Zelda Breath of the Wild 2, che finalmente è tornato a mostrarsi.

Al terzo posto, come conferenza più seguita, troviamo quella Ubisoft, con 1,4 milioni di spettatori; a seguire, a poca distanza, Square Enix (1,3 milioni di spettatori) e Devolver Digital (1,1 milioni di spettatori).

Leggi anche –> Ratchet and Clank Rift Apart, nuova modalità disponibile – VIDEO

Leggi anche –> PlayStation perde nettamente, la classifica aggiornata

Numeri che forse lasciano il tempo che trovano, ma dimostrano come Nintendo (e la sua Switch), spesso esclusa dalla lotta diretta Sony-Microsoft, abbia una certa importanza all’interno del mercato videoludico; d’altronde, in Giappone (come emerso da recenti classifiche) i giochi in esclusiva per Switch sbaragliano la concorrenza di quelli per le altre console.