Nuova legge contro i videogiochi, cambiamento epocale

Compare una nuova legge che mette ancora una volta il mondo dei videogiochi di fronte ad un bivio. Si tratta di un cambiamento epocale

Pochi giorni fa siamo stati protagonisti di una notizia sconvolgente, un qualcosa che ha cambiato per sempre le dinamiche dei videogiochi con una nuova legge. Ma cosa è accaduto? Sembra che il governo abbia deciso di scendere in campo e di modificare il mondo videoludico nei confronti dei bambini, un qualcosa che permette loro di interagire con quelli che sono i contenuti online.

Nuova legge contro i videogiochi
Nuova legge contro i videogiochi (fonte pixabay)

In base a quanto afferma la National Radio and Television Administration è molto importante che, ogni piattaforma, inizi a controllare maggiormente le reazioni dei minorenni nei confronti dei videogiochi così che questi possano sentirsi al sicuro. E così, proprio come condivide Reuters, 2 sono state le modifiche sostanziali che il governo ha attuato. Abbiamo assistito ad alcune limitazioni qualche tempo fa.

Ecco che si ripresenta una nuova legge contro i videogiochi

Anche il Parlamento ha optato per una legge relativa a questo settore. Ma quali sono queste due modifiche attuate per la recente modifica? I giocatori che non hanno ancora compiuto 18 anni di età non possono dare la mancia” nel corso del gioco, prima di tutto. Si tratta di un qualcosa che dava la possibilità, a coloro che prendevano visione di una trasmissione, di inviare delle somme di denaro anche piccole. Ottenendo in cambio un riconoscimento che potesse essere testuale o vocale. In secondo luogo, coloro che si divertono a guardare dei contenuti in live streaming utilizzando l’account di un bambino, non avranno la possibilità di continuare la visione dopo le 22.

Nuova legge contro i videogiochi
Nuova legge contro i videogiochi (fonte pixabay)

Si tratta di modifiche che, per il momento, non sono state effettuate anche su YouTube o su Twitch. Invece, per quanto riguarda le piattaforme cinesi tra cui Bilibili, Huya & Douyu di Tencent e Douyin di sicuro saranno oggetto a questa nuova legge. Si tratta quindi di un qualcosa che, le autorità cinesi, hanno cercato di portare avanti e che hanno come compito quello di proteggere i più piccoli dall’immenso caos che si genera nel mondo del live streaming. È questa quindi una parte del piano del governo cinese, che sta cercando di aumentare il controllo sull’industria dei videogiochi.

Infatti lo scorso mese, quest’ultimo, ha assistito ad un enorme blocco della produzione di diversi videogiochi domestici. Un qualcosa che ha impedito a 14.000 studi di continuare con il loro progetto. Inoltre, lo scorso anno, le autorità si sono impegnate nel fare in modo che i bambini potessero giocare soltanto un limite di tempo prestabilito ai videogiochi.