Nuove leggi contro videogiochi, tanti abbandonano: numeri spaventosi

Nuova legge contro i videogiochi ha spinto tantissime persone ad abbandonare completamente il gaming. I numeri sono spaventosi. 

Da quando il primo pixel si è mosso per colpire un altro pixel, facendoci aumentare il punteggio, qualcuno ha urlato che il male era proprio lì e che tutti dovevano scappare. I videogiochi sono stati da sempre visti come una forma di intrattenimento pericolosissima, che pervade le giovani menti e avvelena il loro modo di pensare. Ed ecco che se un giovane picchia il fratello, è colpa di Mortal Kombat. E se un ragazzo entra a scuola armato e fa una strage, è colpa di Doom. E se si ha problemi di insonnia è a causa di quel gioco horror del giorno precedente. E se non si rispetta l’autorità genitoriale o quella statale è tutta colpa di GTA.

Nuove leggi contro videogiochi, tanti abbandonano: numeri spaventosi
Nuove leggi contro videogiochi, tanti abbandonano: numeri spaventosi

Perché è sempre più facile trovare un colpevole esterno che esaminare approfonditamente un contesto sociale, economico, culturale, politico e religioso. E ora che i videogiochi sono più popolari che mai, più ricchi che mai, e costituiscono uno dei mercati più grandi del mondo, tutti vogliono metterci le mani sopra. Ed è quello che sta accadendo in Cina con delle nuove leggi volte a limitare fortemente la libertà degli sviluppatori e dei videogiocatori, tanto da risultare in un esodo di massa.

Stretta della Cina sui videogiochi, molti spengono tutto

La Cina, che è il Paese più importante numericamente parlando per l’intera industria videoludica, sta affrontando una nuova legge. Infatti il Partito Comunista ha optato per procedere con un periodo di approvazione di ben 8 mesi prima che qualsiasi videogioco possa arrivare dagli sviluppatori ai consumatori. L’obiettivo è controllare il contenuto dei titoli, se vi siano elementi pericolosi per il Partito e per i giocatori, e quindi agire di conseguenza. Secondo Statista, lo scorso anno il Paese contava 780 milioni di giocatori, il 30% del totale mondiale.

Gaming su PC
Gaming su PC

Le cose ora sono cambiate, e anche nettamente. In seguito all’approvazione di leggi ancora più severe, è stato registrato un calo nel numero di giocatori: 104 milioni di appassionati in meno. La tendenza negativa dovrebbe continuare nel 2023, quando il Paese perderà altri 40 milioni di giocatori, riportano i dati. Ricordiamo che con questa facile procedura potete avere 3 mesi di Xbox Game Pass gratis, e che un gioco che ha vinto il GOTY sta per diventare gratis.