Oppo lancia un dispositivo medico come quello del dottor McCoy di Star Trek: Medicina del futuro

OPPO Health Lab, il laboratorio di salute dell’azienda cinese, presenta all’evento OPPO Inno Day l’OHealth H1, un dispositivo dedicato al benessere che consente il monitoraggio di sei funzioni essenziali dei parametri vitali umani, tra cui l’auscultazione polmonare e l’ecocardiogramma. E la somiglianza con lo strumento del dottor McCoy di Star Trek balza subito agli occhi. Scopriamo tutti i dettagli.

OPPO OHealth H1 VideoGiochi.com 16 Dicembre 2022
FONTE: oppo.com – VideoGiochi.com

Sembra davvero lo strumento di lavoro del dottor McCoy di Star Trek: e forse é stato proprio quello strumento della mitica saga fantascientifica ad aver ispirato gli ingegneri e gli sviluppatori dell’OPPO Health Lab, il laboratorio dedicato alla salute dell’azienda cinese OPPO, per la progettazione e realizzazione del nuovo dispositivo OHealth H1.

L’OHealth H1 é il primo dispositivo del marchio dedicato totalmente alla salute ed al benessere. Dal peso piuma di 95 grammi, è stato dotato di un display monocromatico che offre i dati relativi a sei tipi di parametri vitali, ovvero l’auscultazione polmonare e cardiaca; la temperatura corporea; la qualità del riposo notturno; la frequenza cardiaca; ed il livello di ossigenazione del sangue.

In termini di design, oltre a ricordare lo strumento del dottor McCoy, é molto simile ad un mouse per computer, di forma ovale e con una superficie ricurva, morbida e liscia di colore bianco. Al suo interno, OPPO Health Lab ha montato sensori ceramici piezoelettrici, elettrodi ed un sensore ad infrarossi che, secondo l’azienda, possono fornire dati talmente precisi da poter essere utilizzati come riferimenti medici.

Come viene utilizzato l’OHealth H1 di OPPO in base al tipo di parametro vitale

NUOVO OPPO OHealth H1 VideoGiochi.com 16 Dicembre 2022
FONTE: oppo.com – VideoGiochi.com

L’azienda ha dichiarato che, in soli 30 secondi, il dispositivo é in grado di eseguire un elettrocardiogramma, attraverso l’impiego della tecnica PPG, ovvero la fotopletismografia, che restituisce anche i dati relativi alla frequenza cardiaca. Se, invece, si intende monitorare la temperatura corporea, basta porre il dispositivo alla distanza di 3 cm dalla fronte del paziente ed il sensore ad infrarossi ci restituirà il dato.

Per rilevare il livello di ossigeno, invece, sarà sufficiente appoggiare un dito sul sensore del lato inferiore del dispositivo, mentre la rilevazione della pressione sanguigna richiederà una fascia aggiuntiva, che con ogni probabilità verrà venduta separatamente, abbinata all’OHealth H1.

I dati rilevati dal dispositivo verranno memorizzati sulla nuova piattaforma OPPO Health Cloud e potranno essere condivisi con i medici curanti, a discrezione delle volontà degli utenti. Per il momento, non sono ancora stati ufficializzati il prezzo e la data di lancio dell’OHealth H1, ma si prevede che l’azienda potrà annunciarli già nelle prossime settimane.