Overwatch: il sito Brazzers lavora alla parodia pornografica

Ci risiamo: una nuova parodia pornografica di Overwatch si affaccia sul ricco e sfaccettato mercato di Internet, proprio quando si pensava che l’ondata dovuta al lancio del nuovo shooter di Blizzard si fosse rasserenata.

Il popolare sito Brazzers sta infatti per pubblicare una nuova parodia pornografica intitolata “Oversnatch”, di cui potete avere un saggio nel video SFW (ossia, non include materiale compromettente) che trovate di seguito.

Chissà come prenderà la notizia Blizzard, che nei mesi scorsi si era persino affidata ad agenzia di sicurezza esterne per evitare che il fenomeno della pornografia ispirata ai personaggi e alle trame di Overwatch prendesse piede e diventasse, com’è poi stato, una concreta realtà della rete.

Proprio in questi giorni Overwatch si è affacciato alla sua seconda stagione competitiva grazie ad una nuova patch. Il cambiamento più evidente è l’introduzione delle Leghe, uno strumento che consentirà di comunicare ai giocatori con maggiore precisione il loro livello di abilità.

La modalità competitiva metterà maggiore enfasi sulle Leghe, piuttosto che sull’indice di valutazione, e proprio per questo motivo l’appartenenza ad una determinata lega verrà messa in evidenza sul profilo del giocatore.

Per la Stagione 2, inoltre, è stato aggiornato anche il sistema dell’indice di valutazione. Invece di misurarlo in una scala da 1 a 100, l’indice verrà misurato in una scala da 1 a 5.000. Questo ampliamento dovrebbe dettagliare meglio il cambiamento dell’indice di valutazione di partita in partita.

La meccanica dello Scontro decisivo è stata rimossa. Le partite che risultano ancora in parità una volta scaduto il tempo di gioco, finiranno con un pareggio. Anche se si tratta di un’eventualità che dovrebbe verificarsi molto raramente: sono infatti state apportate alcune modifiche alla meccanica dei match competitivi, in modo da ridurre il più possibile questa evenienza.

Sono stati inoltre introdotti cambiamenti minori per quanto riguarda le penalità per l’abbandono, il sistema top 500 e l’assegnazione di punti competitivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *