PewDiePie, battuta razzista causa “l’addio” dei creatori di Firewatch

Una battuta razzista sta causando brutti grattacapi a PewDiePie, lo youtuber più noto al mondo.

I primi a reagire a questa defiance sono stati i creatori di Firewatch, lo studio Campo Santo, che gli hanno intimato – appellandosi alla DMCA, la legge sul diritto d’autore – di non utilizzare mai più il gioco per i suoi video.

https://twitter.com/vanaman/status/906984060215427072

Sean Vanaman, co-fondatore della software house, ha fatto sapere a mezzo Twitter la propria posizione, riconoscendo in un cinguettio di essere “complice” di PewDiePie, dal momento che una parte dei ricavi ottenuti dallo youtuber – proprio in virtù di quella legge sul diritto d’autore – va anche allo studio americano.

In questo meccanismo Campo Santo non vuole rientrare più e pertanto la mossa viene vista come un modo per sottrarvisi.

Staremo a vedere quale sarà, a questo punto, la reazione del content creator svedese.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *