Platinum Games porterebbe altri giochi su PC, ma la decisione spetta ai publisher

Negli ultimi anni un numero sempre crescente di sviluppatori ed editori giapponesi è approdato su PC, un mercato storicamente bistrattato da loro. Questo perché, nel frattempo, l’utenza è cresciuta a dismisura, anche grazie a piattaforme di successo come Steam.

Bayonetta è solo l’ultimo dei tanti titoli nipponici ad aver compiuto il grande salto in epoca recente. Anticipato quasi per scherzo il primo di aprile da un piccolo spin-off in due dimensioni, 8-bit Bayonetta, il capolavoro di Platinum Games è stato pubblicato su Steam nella giornata di ieri ottenendo fin da subito il plauso dei giocatori. Viene venduto a soli 19,99 euro e supporta la risoluzione 4K e i 60 fotogrammi al secondo. Il tutto a quasi otto anni di distanza dalla prima release, avvenuta in Giappone nel 2009.

Cosa ne sarà, quindi, degli altri titoli dello sviluppatore?

Interpellato sull’argomento, un portavoce di Platinum Games ha così risposto: “Il mercato PC è gigantesco e non può assolutamente essere ignorato. Ce ne siamo accorti, e abbiamo sempre provato a percorrere questa strada. Siamo sempre inclini a portare i nostri titoli su PC, ma la decisione sulle piattaforme di pubblicazione o su quale bisogna focalizzarsi vengono in larga parte prese dai publisher, per cui non possiamo deciderlo in autonomia”.

La cosa non sorprende affatto. Speriamo solo che la calda accoglienza riservata a Bayonetta convinca una volta per tutte SEGA a portare su PC titoli come Vanquish, l’apprezzato sparatutto in terza persona diretto da Shinji Mikami, richiesto a gran voce più e più volte dalla comunità di giocatori.

“Se dipendesse da noi, porteremmo tutti i nostri giochi su PC”, ha poi concluso il portavoce.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *