Prince of Persia, brutte notizie per chi aspetta un nuovo gioco

Se speravate di poter giocare con un nuovo Prince of Persia o con un remake, sappiate che potreste attendere da qui all’eternità. Queste le voci raccolte da Jason Schreier e diffuse tramite Bloomberg.

Probabilmente deve esserci qualcosa che non va in generale dentro Ubisoft. E non parliamo soltanto delle varie accuse per comportamenti scorretti. quello che sembra mancare è una direzione precisa su ciò che la società deve Porsi come obiettivo.

Prince of Persia, brutte notizie per chi aspetta un nuovo gioco
Prince of Persia, brutte notizie per chi aspetta un nuovo gioco (foto: youtube)

In passato e per alcuni aspetti tutt’ora, Ubisoft ha dimostrato di essere in grado di produrre giochi di tutto rispetto ma ci sono dei momenti in cui sembra invece guidata da sviluppatori alle prime armi che non sanno che pesci prendere. Ne è un esempio quello che è successo con Prince of Persia.

Prince of Persia, il remake finisce in soffitta?

Circa un paio d’anni fa, era l’inizio di settembre, fu diffuso da Ubisoft un breve video con cui veniva mostrato il nuovo volto del protagonista di Prince of Persia: Le sabbie del tempo. Le reazioni a quel video di presentazione sono state a dir poco furenti e hanno trasformato quello che doveva essere un grande ritorno in terreno fertile per meme e battute.

Leggi anche -> Brutte notizie per chi aspetta un nuovo Metal Gear Solid

Prince of Persia, brutte notizie per chi aspetta un nuovo gioco
Prince of Persia, brutte notizie per chi aspetta un nuovo gioco (foto: Ubisoft)

Forse quindi è proprio il modo in cui i fan hanno reagito a quel video di presentazione che poi le notizie sul remake si sono fatte più diradate fino a quelle riportate da Jason Schreier che danno ormai il prodotto per accantonato fino a data da destinarsi. Si tratta sicuramente, facendo la tara del fatto che parliamo di voci, di un destino sicuramente più crudele ma forse almeno più netto di quello che dovrebbe colpire Beyond Good And Evil 2, che a quanto pare continua a rimanere nel Limbo della pre-produzione.

Leggi anche -> Scalebound non è (ancora) morto, sviluppatore lancia appello ad Xbox

Come sottolineato dallo stesso Schreier, e come è facile notare guardando ciò che la società ha fatto recentemente, forse il problema è che la lineup Ubisoft negli ultimi anni si è fatta sempre più sottile e, di nuovo, ogni tanto gli annunci sembrano frutto più della disperazione che di calcolo. Tra i fan dei prodotti, che comunque sono di rilievo, usciti negli anni da questo developer, c’è anche per esempio su Twitter chi addirittura spera che la società venga finalmente acquistata da Microsoft per poter ridare una prospettiva allo sviluppo.