Come pulire per bene la tua (disgustosa) tastiera

Non guardate altrove perché vi vediamo e lo sappiamo che anche la vostra tastiera non è una camera sterile. È assolutamente normale che sia così ma con qualche trucco potete riportare un po’ di ordine e pulizia.

Sia che la utilizzate per giocare sia che si tratti del vostro compagno di lavoro insieme al mouse, e anche lui dovrebbe essere pulito ogni tanto, la tastiera sembra fatta appositamente per raccogliere ogni genere di zozzura. Ma una buona pulizia non significa solo ridurre il pericolo di produrre qualche nuova creatura a metà tra tecnologia e biologia ma anche lavorare e giocare meglio.

Come pulire per bene la tua (disgustosa) tastiera
Come pulire per bene la tua (disgustosa) tastiera (foto Pexels)

Anche se siete tra quelli che giurano e spergiurano che mentre sono al computer non mangiano e non bevono neanche un goccio d’acqua, è molto probabile che tra i tasti o sotto i tasti ci sia un po’ di polvere e forse qualche pelo di gatto. Quello che vi serve per una buona pulizia quasi sicuramente lo avete già: un panno, una bomboletta ad aria compressa, la gomma magica, le pinzette per rimuovere i tasti e poco altro.

Pulire la tastiera fa bene a tutti

A prescindere dal modello di tastiera che utilizzate, con i tasti più o meno liberi rispetto alla base, più o meno ammortizzati, più o meno consumati, periodicamente tutta la zona andrebbe pulita e disinfettata. Perché se passate ore davanti al computer di certo la tastiera ne risente. Prima di cominciare, però, assicuratevi che la tastiera sia scollegata dal computer. Se è con il cavo staccato il cavo, se la tastiera è con il ricevitore Bluetooth, eliminate il ricevitore Bluetooth.

Come pulire per bene la tua (disgustosa) tastiera
Come pulire per bene la tua (disgustosa) tastiera (foto Youtube)

La prima operazione si può fare con uno spazzolino da denti utilizzato a mo’ di scopa in tutte le zone visibili. Una pulizia periodica che potrebbe bastare per la maggior parte delle tastiere. Se vi rendete conto che c’è dello sporco un po’ più ostinato passate alla bomboletta dell’aria compressa orientando il getto in maniera trasversale e senza avvicinarvi troppo ai tasti. Un consiglio: se pensate che sia necessario utilizzare l’aspirapolvere fate in modo di mettere un calzino di cotone sulla bocchetta prima di attivare l’aspirazione per evitare di dover andare a raccattare eventualmente i tasti nel sacchetto. Per tastiere un po’ più sporche quello di cui avete bisogno è un panno inumidito con appena un po’ d’acqua. Non deve assolutamente gocciolare nulla.

Se avete il famoso alcool isopropilico meglio. La gomma magica può essere utile se ci sono zone ancora sporche dopo il passaggio del panno. Pulire la tastiera del pc deve diventare un’abitudine anche per garantirvi una lunga convivenza con l’oggetto. Se neanche l’aria compressa e il panno sono arrivati a togliere tutto lo sporco quello che dovete fare è fare una foto alla tastiera per avere la disposizione dei tasti e poi passare alla rimozione di tutti i tasti per poter pulire la zona sottostante. La foto vi serve per evitare di tirare a indovinare quando dovete ricomporla.