Resident Evil 3, un dettaglio ci ricorda dei bei tempi (malgrado gli zombie)

Resident Evil 3, uscito prima alla fine degli anni ’90 e poi di nuovo un paio di anni fa, oltre ad essere uno dei videogiochi meglio riusciti di tutti i tempi e sicuramente un punto di riferimento nel panorama dei survival horror è anche una sorta di capsula del tempo.

Perché l’ambientazione le proprio quella dell’autunno del 1998 e, anche se probabilmente nessuno di noi vorrebbe trovarsi all’interno di una apocalisse zombie, il dettaglio che è riemerso da un subforum reddit ha sicuramente riportato a galla ricordi di un passato che, ora come ora, ci sembra meraviglioso.

Resident Evil 3, un dettaglio ci ricorda dei bei tempi (malgrado gli zombie)
Resident Evil 3, un dettaglio ci ricorda dei bei tempi (malgrado gli zombie) (foto: Youtube)

A farci imboccare il vicolo dei ricordi è stato l’utente VeganKetoMan che ha pubblicato uno screenshot in cui si leggono a chiare lettere alcuni numeri che probabilmente nessuno vedrà mai più.

Resident Evil 3, quando la benzina costava due spiccioli

Quando un videogioco è fatto come si deve anche gli aspetti che all’apparenza potrebbero sembrare poco significativi sono aggiunti e curati per aiutare a dare la sensazione della realtà. E anche se la realtà della grande epopea infetta firmata Capcom non è proprio plausibile (ma lo dicevamo di tante altre sciagure che poi si sono abbattute sul genere umano nel corso dell’ultimo paio di anni) la Raccoon City in cui i personaggi si muovono e cercano di sopravvivere e ovviamente calata nella realtà. Ed è calata nella realtà del primo videogioco uscito nel 1999.

Resident Evil 3, un dettaglio ci ricorda dei bei tempi (malgrado gli zombie)
Resident Evil 3, un dettaglio ci ricorda dei bei tempi (malgrado gli zombie) (foto: Reddit)

Per questo motivo, come è possibile apprezzare dallo screenshot pubblicato su reddit, anche i prezzi della benzina alla pompa Stagla riflettono quelli che erano i prezzi della fine degli Anni ’90. Se siete stati negli Stati Uniti sapete che i prezzi della benzina, a parte ovviamente essere espressi in dollari, si riferiscono al gallone e non al litro. Un gallone è quivalente a quasi 4 litri di benzina e che significa che quel dollaro e 6 centesimi al gallone va suddiviso in pratica per 4 (andrebbe diviso per 3,785 a voler essere pignoli). E se vi sembra poco plausibile che un litro di benzina possa costare 28 centesimi di dollaro a ribadire che quelli erano effettivamente i prezzi di quegli anni ci stanno pensando i commenti in calce all’immagine. Ce n’è uno particolarmente carino che vogliamo condividere con voi.

L’utente Eternal-Testament ricorda che quello era il prezzo anche nella zona in cui viveva e anzi in California addirittura la benzina stava a meno di un dollaro al gallone. Avendo preso la patente da poco, racconta l’utente reddit, con 10 dollari riuscivano in pratica a fare 160 miglia scendendo giù fino a San Clemente o a Oceanside. C’è anche da dire che i prezzi bassissimi portarono a un consumo altissimo di benzina e, come ricorda un altro commento, vanno messi in conto nella situazione catastrofica in cui ci troviamo adesso ma è comunque innegabile che il passato visto anche attraverso i prezzi della benzina ci sembra sempre di più un’isola felice in cui vivevamo senza neanche accorgercene.