La Serie A 2021/2022 su DAZN e l’accordo con Sky è lontano

DAZN si è aggiudicato i diritti televisivi per la stagione di Serie A 2021/2022, e non sembra intenzionato ad accordarsi con Sky.

dazn serie a
DAZN si aggiudica i diritti per la stagione 2021/2022 (Fonte: YouTube).

Le ultime stagioni calcistiche ci hanno abituato non soltanto a uno “spezzatino” a livello di programmazione, ma anche per quanto riguarda le piattaforme sulle quali vedere le partite; attualmente, 7 partite su 10 di Serie A sono trasmesse da Sky, mentre le restanti tre vengono trasmesse in streaming da DAZN.

Dopo lunghe trattative, la situazione del prossimo anno è pronta a cambiare, con DAZN che si è aggiudicato i diritti per la trasmissione in streaming di tutte le partite; finalmente, i tifosi potranno vedere il Campionato con un solo abbonamento. Forse anche per mantenere quest’ultima condizione, DAZN non ha al momento nessuna intenzione di trovare un accordo con Sky per la divisione dei diritti.

Leggi anche –> Donna ingerisce un oggetto domestico e finisce in ospedale

DAZN, accordo con Sky lontano ma non si chiude all’ipotesi digitiale terrestre

dazn serie a
Diletta Gol con Diletta Leotta su DAZN (Fonte: YouTube).

Dopo essersi aggiudicato i diritti a suon di milioni, DAZN ha quindi intenzione di sfruttarli pienamente senza trovare un accordo secondario con Sky; secondo la direttrice esecutiva dell’azienda (via IlSole24Ore), la partnership con Sky è stata solamente transitoria, e per far sì che i tifosi si avvicinassero e conoscessero la piattaforma, nonché che avessero un primo approccio ad un servizio streaming per lo sport.

A preoccupare maggiormente i tifosi è proprio la modalità di trasmissione di DAZN, che molto spesso non è stata perfetta e, soprattutto, richiede necessariamente una connessione ad internet; sebbene il nostro paese sia abbastanza digitalizzato, la connessione internet non è ancora stabile in molte zone del nostro paese.

Per questo, l’azienda ha deciso di non chiudere all’ipotesi digitale terrestre, con un’offerta attivabile però solo in casi di effettivi problemi di rete; almeno per il momento dunque, non c’è l’idea di creare un canale parallelo al servizio streaming.

Leggi anche –> Dragon Ball Z Kakarot è finito, il gioco non avrà più DLC

L’abbonamento potrà essere usato da sei utenti, con la possibilità di avere due profili contemporaneamente collegati sullo stesso evento; un’offerta simile a quanto proposto dai servizi streaming di film e serie tv, che farà sicuramente contenti tanti tifosi.

LINK UTILI

La console Sony (fonte: YouTube).