Sonic Lost Worlds (Versione 3DS)

La storia di Sonic è da sempre stata ricca di alti e bassi; la nascita come anti-Mario su Sega Mega Drive, il faticoso approdo al 3d su Dramcast con i due Adventure, passando poi per disastri colossali come Sonic The Hedgehog (2006) e titoli invece ben riusciti come Generations o Colors. Stavolta Sonic torna in esclusiva su console Nintendo, come era stato pochi anni fa proprio per Sonic Colors. Il binomio Sega/Nintendo funzionerà ancora una volta? Andiamo ad analizzare la versione 3ds di Sonic Lost World.

sonic_lost_world6La prima cosa che c’è da dire riguardo questo Sonic Lost World è che a differenza delle precedenti controparti portatili di Sonic Colors e Sonic Generation, il team di sviluppo ha deciso di mantenere lo stesso gameplay, con sezioni sia 2d che 3d, della versione home, invece che appoggiarsi a un più classico stile completamente bidimensionale. In pratica questo è il primo capitolo propriamente 3d a vedere la luce su una console portatile, e questo già ci fa capire che siamo di fronte si a una versione secondaria, ma fino a un certo punto. I mondi di gioco e la storia sono identici a quelli della controparte WiiU, ma i livelli in se sono in gran parte differenti, pur mantenendo lo stesso stile, che ai fan nintendo non può che ricordare fin da subito un grandissimo titolo made in N, ovvero Super Mario Galaxy. I livelli di questo Sonic Lost World sono fortemente ispirati al capolavoro nintendo, a detta anche degli stessi sviluppatori. Sonic si troverà fin da subito ad affrontare livelli molto vari, schizzando tra vari piccoli pianeti, o correndo su lunghissimi stage cilindrici sospesi nel vuoto, passando per sezioni più lente e ragionate in cui bisognerà risolvere dei semplici enigmi.

sonic_lost_world5Proprio questa varietà dei livelli ha costretto il team di sviluppo a rivedere fin dalle basi il sistema di controllo per questo Sonic. La corsa non sarà più automatica, ma sarà attivata dal dorsale R, con L centreremo la telecamera dietro alle spalle del porcospino, ove possibile, A e B saranno adibiti al salto, doppio salto e al classico attacco a ricerca sui nemici più vicini, X e Y invece permetteranno a Sonic di compiere un rapido scatto oppure di stordire i nemici con onda d’urto a distanza.Coloro che sono abituati ad associare Sonic al concetto di velocità pura potrebbero rimanere un po’ delusi da questo capitolo, in quanto il team di sviluppo ha deciso di puntare di più sull’esplorazione dei livelli permettendo anche diversi approcci lungo vari percorsi alternativi.

Il primo capitolo di Sonic disponibile su console portatile risulta molto divertente, il sistema di controllo non è valido però non risulta così immediato.

Non bisogna però dimenticare che Sonic non è solo velocità, anzi, se andiamo a prendere i primi capitoli per mega drive troveremo come le sezioni da platform puro già allora erano presenti in quantità, quindi più che uno snaturamento io parlerei di un ritorno alle origini per questo Sonic Lost Worlds, ovviamente in chiave moderna, con un giusto mix di fasi platform pure e di fasi di corsa alla velocità del suono. Per porre ancora più enfasi su questo dualismo tra velocità e controllo, Sonic è stato dotato di nuove abilità stile parkour. Il nostro porcospino infatti adesso sarà in grado di arrampicarsi per un certo tempo su muri verticali, di correre lungo le pareti, o di scavalcare ostacoli piccoli senza perdere lo slancio accumulato, fornendo così degli utili strumenti sia ai maniaci degli speedrun, sia a coloro che vogliono andare alla ricerca dei segreti nascosti in ogni angolo dei livelli di gioco.

sonic_lost_world8Fanno il loro ritorno in questo capitolo anche i poteri dei colori introdotti per la prima volta in Sonic Colors. Raccogliendo i vari potenziamenti sparsi per i livelli sarà possibile sfruttare i poteri dei Wisp a nostro vantaggio, trasformando Sonic di volta in volta in una trivella o dotandolo di poteri magnetici per fare solo due esempi. Alcuni di questi potenziamenti sono esclusivi della versione 3ds del gioco. Questi power up aggiungono ancora più varietà al titolo, e spingono a rigiocare anche i livelli già completati in quanto non tutti i potenziamenti saranno disponibili dall’inizio e solo una volta sbloccati potremo usarli per raggiungere aree che prima erano al di fuori della nostra portata. Parlando di versione 3ds c’è da segnalare anche la presenza di una modalità vs che ci permetterà di sfidare i nostri amici, sia in locale che online, oltre alle funzionalità StreetPass per scambiare i nostri record con le persone che incontriamo. Connettendo la versione 3ds e Wiiu del gioco sarà inoltre possibile utilizzare dei veicoli radiocomandati, per aiutare il giocatore su WiiU in varie situazioni.

sonic_lost_world3Graficamente Sonic Lost World su 3ds si presenta molto bene, la grafica è colorata e piacevole, gli sviluppatori intelligentemente hanno diviso i livelli in più aree separate per non andare a pesare troppo sul hardware mantenendo così un colpo d’occhio più che dignitoso. La telecamera è in gran parte non controllabile direttamente dal giocatore, e purtroppo in alcuni casi fatica a seguire l’azione in maniera chiara, sopratutto nei momenti più concitati. Questo rende ancora più complicato in alcune occasioni capire quali sono i punti deboli di alcuni nemici, finendo con il perdere alcune vite senza rendersi nemmeno conto di come o cosa ci abbia colpito.

La grafica è molto gradevole, e il multiplayer vi consente di sfidare i vostri amici sia online che su StreetPass.

Il difetto peggiore riguarda i livelli extra che si sbloccano completando i livelli con specifiche condizioni. Si tratta di livelli in cui si controlla Sonic con i sensori di movimento della console e ci sarà chiesto di collezionare un certo numero di sfere per ottenere lo smeraldo del chaos di turno. Questi livelli richiedono di muovere la console in veramente a 360 gradi, costringendo il giocatore al voltarsi in ogni direzione, rendendo di fatto non fruibili questi livelli in pubblico, e in ogni caso scomodi e spesso frustranti. Un’altra caratteristica che da sempre ha contraddistinto Sonic dallo storico rivale Mario è una maggiore enfasi sulla trama, e questo capitolo non fa eccezione, portando una storia tutto sommato semplice ma funzionale. Il gioco inizia come al solito con Sonic che insegue il malvagio dottor Eggman, intento a combinarle un altra delle sue. Presto però verremo a conoscenza di un altro gruppo di essere malvagi, più temibili dello storico rivale, e come al solito toccherà a Sonic rimettere le cose a posto. La storia viene raccontata attraverso delle cutscene che intercorrono tra i vari livelli, completamente doppiate in italiano, ma inspiegabilmente in una qualità video molto bassa.

sonic_lost_world9Sonic Lost World per 3ds è un titolo con alti e bassi, un buon level design minato da una camera non sempre reattiva e dei livelli extra frustranti, ma che riesce a brillare per varietà e porta freschezza in una serie che cerca ancora il perfetto equilibrio da quando è approdata alle 3 dimensioni. Un titolo che piacerà agli appassionati di platform e ai fan storici del porcospino, ma che rimane un po in ombra rispetto alla versione WiiU che sembra godere di una maggiore cura in tutti gli aspetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *