Streamer contro Ultimate Team, è sciopero: le richieste ad EA

Uno sciopero contro il modo in cui Electronic Arts gestisce la modalità Ultimate Team. Questa la decisione presa da alcuni deglli streamer più famosi nel panorama di chi si occupa proprio di simulazioni sportive ma che punta ad allargarsi a tutti i giocatori.

Potrebbe sembrare una mossa senza senso ma i nrealtà, se davvero tutti i giocatori delle simulazioni sportive prodotte da EA e che contengono la modalità Ultimate Team aderissero improvvisamente a uno sciopero globale il publisher si troverebbe con un azzeramento completo dei ricavi e anche un solo giorno a zero potrebbe creare un vero e proprio terremoto interno.

Streamer contro Ultimate Team, è sciopero: le richieste ad EA
Streamer contro Ultimate Team, è sciopero: le richieste ad EA (foto: Youtube)

Ma ci sono molte variabili in ballo, prima fra tutte quella umana. Per decidere se volete o meno aderire anche voi al #packstrike ecco cosa stanno chiedendo dai social alcuni top player e streamer molto famosi.

Sciopero contro Ultimate Team, perchè è nato il #packstrike

Io stesso e altri content  creatorr della community abbiamo deciso di entrare in sciopero e non acquistare pacchetti“, così comincia il messaggio che Zirksee, uno degli streamer più conosciuti tra chi si occupa di simulazioni sportive e in particolare di Madden ha pubblicato sul suo profilo. L’onda di dissenso tra gli streamer contro ciò che EA sta facendo con gli Ultimate Team è infatti partita dal football ma visto che il publisher costruisce tutti i suoi titoli con meccaniche molto simili, il problema riscontrato con Madden non può essere così lontano da quello di cui si lamentano i giocatori di FIFA.

Streamer contro Ultimate Team, è sciopero: le richieste ad EA
Streamer contro Ultimate Team, è sciopero: le richieste ad EA (foto: Twitter)

Qual è il problema? Le lootbox e le meccaniche con cui sono state programmate per spremere fino all’ultimo centesimo ai giocatori elargendo noccioline (pagate a peso d’oro). E infatti tra le richieste dei giocatori c’è proprio una ristrutturazione del modo in cui EA raggranella soldi attraverso Ultimate Team. Sui social i sentimenti sono contrastanti e vogliamo in particolare proporvi due messaggi che ben condensano la situazione e perchè uno sciopero potrebbe o no funzionare.

L’utente Allngoodfaith scrive “Non credo che voi o chiunque lo farà davvero. Siete ormai caduti dentro di qualche miglio al buco della dipendenza. Se TUTI lo facessero davvero, le cose potrebbero cambiare. Tutti dite che lo farete ma vi do un giorno e qualcuno correrà a comprare“. Di contro A1vin Kamara scrive “I content creator hanno grossa influenza su tutto. Fanno pubblicità ai pacchetti quando li aprono. Se non fanno pubblicità e votano contro qualcosa cambierà“.